336, Mucci replica: «Non faremo supermercati»

Le attività commerciali, precisa il sindaco, saranno strettamente subordinate a terziario e turistico ricettivo

«Nessuna marcia indietro, la 336 non è il luogo adatto alla funzione commerciale». Nicola Mucci, sindaco di Gallarate, interviene con forza per difendere l’operato dell’amministrazione. 

Le modifiche al documento politico di indirizzo, in discussione nella commissione territorio, secondo il primo cittadino «non allentano i vincoli sulla questione commerciale, ma, al contrario, eliminano previsioni di tipo commerciale». 

Ma per capire meglio occorre fare un passo indietro. Il documento dice espressamente che non si prevedono funzioni commerciali, ma aggiunge anche "salvo successive verifiche di compatibilità in termini di funzione tipicamente subordinata ed accessoria agli insediamenti primari del business park". Che cosa significa? Nicola Mucci non accetta le ipotesi formulate su Varesenews, ed è perentorio nell’affermare l’interpretazione ufficiale dell’amministrazione: «Le attività subordinate non vogliono dire supermercati». Mucci non ritiene quindi che non aver fissato un tetto massimo possa lasciare adito a interpretazioni e addirittura giudica scorretto pensare che la giunta possa aver fatto marcia indietro rispetto a quanto espresso in campagna elettorale.

«Certo – aggiunge in una nota indirizzata al nostro giornale – risulta facilmente comprensibile che l’urbanizzazione di un’area così vasta comporti la necessità di garantire un minimo di dotazione per quanto concerne servizi commerciali: questo non equivale però assolutamente a un "via libera" a nuovi centri commerciali». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.