Al comitato di quartiere ci pensa l’assessore alla partecipazione

Un assessorato ad hoc per la partecipazione e nel comune rinascono i comitati di quartiere. Il primo ad essere votato è stato quello di Orino - Oneda - Sciuino

Contro le antenne o la tassa dei rifiuti troppo costosa, con queste definizioni di comitati ne conosciamo molti. Nascono su un’emergenza e portano avanti le loro battaglie. Più rari sono i comitati di quartiere, che diventano strumenti di partecipazione alla vita amministrativa del comune. I comitati  di quartiere questi sì, sono una specie in estinzione. Non a Sesto Calende dove con la dicitura "per la partecipazione" esiste da qualche mese un assessore ad hoc. Stefano Daverio, subentrato in giunta all’ex vicesindaco Giovanni Carletto, costretto ad abbandonare l’incarico per impegni di lavoro, è diventato l’assessore deputato a queste competenze. Il primo quartiere a votare il suo comitato è stato quello di Oriano – Oneda – Sciuino. Non senza fatica, visto che l’anno scorso questa esperienza si è rivelata fallimentare, non riuscendo a raggiungere neppure il quorum delle candidature. Ma questo risultato incoraggia a continuare con la formazione di altre rappresentanze di quartiere. Questi organismi, secondo lo statuto comunale hanno un potere consultivo e puntano alla partecipazione dei cittadini attraverso la presentazione di istanze della popolazione, la diffusione di informazione e la eventuale gestione di spazi comunali. L’invito dell’assessorato è ora di presentare le candidature per i prossimi comitati. Ne possono fare parte e possono votare tutti i cittadini che abitano nel quartiere e hanno compiuto i 18 anni. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.