Angelo Ferraro nuovo Generale di Corpo d’Armata

Il passaggio di consegne avverrà il 15 novembre nella sede del Comando Interregionale dell'Italia Nord Occidentale della Guardia di Finanza

Cambio di vertici alla Guardia di Finanza. Il Generale di Divisione Angelo Ferraro succede al Generale di C.A. Romano De Marco alla guida del Comando Interregionale dell’Italia Nord Occidentale della Guardia di Finanza, avente sede a Milano in Corso Sempione, 25.
Il Generale De Marco lascia così la città di Milano dopo oltre 3 anni di permanenza nel capoluogo Lombardo, per andare ad assumere un prestigioso incarico presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il suo successore, il Generale Ferraro, ha 58 anni; piemontese di origini napoletane è laureato in giurisprudenza ed è iscritto all’Albo dei revisori contabili.
Ferraro ha ottenuto numerose onorificenze per meriti di servizio conseguendo tre titoli di alta qualificazione: il "Corso Superiore di Polizia Tributaria, quello della "Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia" e presso"l’Istituto Alti Studi per la Difesa".

Nel corso della sua carriera il Generale Ferraro ha retto incarichi di elevato prestigio, tra cui quello di Comandante della Legione di Genova, di Capo reparto legislazione e stampa e di Sottocapo di Stato Maggiore del Comando Generale e di Comandante della zona centrale in Roma; di recente è stato direttore coadiutore presso il Centro Alti studi per la Difesa.
Ha inoltre svolto un’intensa attività di docente presso i massimi istituto di istruzione del corpo, delle Forze di Polizia e delle Forze Armate, divenendo responsabile dei sistemi informativi automatizzati della Guardia di Finanza; è autore di testi in materia tributaria, bancaria e di intermediazione finanziaria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.