Antonio Ciraci riconfermato segretario provinciale dei tessili

Si è concluso il congresso della FILTEA CGIL. «Decisiva la volontà degli imprenditori nel puntare sulle produzioni di qualità»

Giannina Meloni, Salvatore Minardi, Ernesto Raffaele e Santino Zidda sono i nuovi componenti della segreteria FILTEA CGIL, la categoria che si occupa del comparto tessile.
Antonio Ciraci è stato riconfermato segretario provinciale della categoria.

I quasi cento delegati di fabbrica, rappresentanti di 3.20 iscritti alla categoria hanno approvato un documento conclusivo in cui, oltre a esprimere la necessità di mettere in campo azioni politiche e repressive nei confronti del terrorismo internazionale, hanno evidenziato come l’opzione della guerra non sia lo strumento più adeguato, poiché colpisce soprattutto la popolazione inerme e rischia di aumentare la spirale di odio nei confronti del mondo occidentale.

In quanto a temi più strettamente connessi al mondo del lavoro, i tessili hanno espresso forti preoccupazioni circa le scelte di carattere fortemente liberista operate dal governo di centro destra.
In quanto al settore tessile, nel corso del congresso è emerso come questo sia fortemente sottoposto al fenomeno della globalizzazione. In particolare, i paesi che riescono a sfruttare il più basso costo del lavoro mettono fuori mercato le produzioni tradizionali dei paesi occidentali.

«Il settore tessile in provincia di Varese – si legge nella relazione – pur avendo subito una profonda crisi continua ad essere un settore primario e decisivo nell’economia del nostro territorio con ancora più di 4000 aziende presenti . Decisiva sarà la volontà degli imprenditori tessili di continuare la sfida della specializzazione delle produzioni di qualità, sapendo di poter contare sulla competenza e professionalità delle migliaia di uomini e donne che che lavorano nella produzione e sul ruolo  da sempre positivo del Sindacato Confederale, capace di fare scelte a volte anche coraggiose sul piano contrattuale e che coinvolgendo anche le Istituzioni provinciali, vuole rilanciare una politica di sostegno e difesa di questo enorme patrimonio che sono i lavoratori e le lavoratrici del comparto tessile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.