Droghe: come affrontare il problema con gli adolescenti

Si apre una serie di incontri formativi e di informazione sulle sostanze stupefacenti rivolti agli adulti per affrontare situazioni a rischio o meglio prevenirle

L’informazione sulle droghe serve anche agli adulti e non solo agli adolescenti. Quelli di Brebbia hanno deciso di partire da un dibattito sul proprio territorio che riguarda le sostanze stupefacenti. Non solo sulle droghe legali, ma anche quelle illegali. Fumo e alcool, con cui gli adolescenti si trovano spesso a confrontarsi e nello stesso tempo a gestire male, non sono per gli organizzatori tanto diverse dalle sostanze stupefacenti in senso stretto. Così il progetto “Giovani Oggi adulti domani”, in collaborazione con il Ser.t. di Cittiglio, l’Assessorato ai servizi sociali del Comune di Brebbia, il "gruppo di lavoro adulti" e la Cooperativa Sociale Totem, organizza una serie di incontri informativi per adulti sul tema delle droghe e sui possibili percorsi educativi e preventivi ed esse legati.   

Il progetto “Giovani oggi adulti domani”, finanziato dalla legge regionale 45, ha attivato da circa un anno un "gruppo di lavoro adulti" con l’intento di migliorare la qualità della vita dei propri adolescenti. Tale gruppo, oltre a lavorare per aumentare le offerte ricreative e culturali presenti a Brebbia, ha organizzato questo dibattito per saperne di più. Il gruppo ha infatti costatato di avere poche (e spesso sbagliate e/o viziate da molti pregiudizi) informazioni in merito alle sostanze, e soprattutto di non avere delle “strategie” educative che possano aiutarlo ad affrontare situazioni “a rischio”. Il gruppo di lavoro, coordinato dagli operatori della Cooperativa Sociale Totem, ha quindi deciso di chiedere una consulenza agli operatori del Ser.T. di Cittiglio, che hanno progettato un percorso per adulti dal titolo "Educatori in-formazione". 

Il percorso ipotizzato non fornirà solo informazioni sugli effetti e sui potenziali danni delle sostanze, ma avrà come centro la ricerca degli strumenti comportamentali e relazionali per affrontare le problematiche connesse a queste pratiche. Il corso, tenuto da medici e psicologi del servizio dipendenze n°1 dell’Asl di Varese, avrà inizio mercoledì 14 novembre alle ore 21.00, presso l’auditorium delle scuole medie di Brebbia, con un incontro prettamente informativo. Seguiranno altri 6 incontri: il 16, 22, 28 e 29 novembre e il 4 e l’11 dicembre, sempre alle 21 e sempre presso l’auditorium delle Scuole Medie di Brebbia. L’iniziativa si rivolge a tutti gli adulti che quotidianamente operano con i giovani (insegnanti, allenatori, educatori), a genitori ed a singoli cittadini interessati all’argomento. Il corso è totalmente gratuito ed è aperto non solo agli adulti brebbiesi, ma anche a quelli degli altri paesi interessasti dal progetto (Besozzo, Cocquio T. e Laveno M.) e dei paesi limitrofi. 

Per ulteriori informazioni occorre rivolgersi alla Cooperativa sociale Totem (0332.331050 – coop.totem@libero.it) oppure ai servizi sociali del comune di Brebbia 0332.772837.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.