Entro due anni, tre nuovi pozzi

Con un investimento di circa tre miliardi, saranno sistemati i pozzi in cui lo scorso mese di maggio si era riscontrata la presenza di Bromacil

L’allarme Bromacil dello scorso mese di maggio, aveva destato parecchie preoccupazioni. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, rispondendo a un’interrogazione presentata dalla Lega Nord, il sindaco Pierluigi Gilli ha aggiornato il consiglio sugli interventi all’acquedotto.

 

Dopo che era stato affidato urgentemente alla Saronno Servizi il protocollo per affrontare la problematica, il 28 giugno 2001, il Consiglio Comunale approvò uno stanziamento di 900 milioni, finalizzati alla realizzazione dei primi interventi. In seguito a uno studio dell’azienda municipalizzata, fu previsto che l’intervento sui tre pozzi si sarebbe aggirato intorno al miliardo ciascuno. Successivamente questi interventi sono stati inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche.

 

“Allo stato attuale, sono in corso positivi contatti con la Regione Lombardia per acquisire un contributo a fondo perduto per circa il 30-40% sull’importo dell’intervento previsto quale primo lotto dei lavori, comportante l’approfondimento a circa 200 m. del pozzo di Via Novara e l’escavazione di un nuovo pozzo in località Cassina Ferrara, comprensivo delle opere di collegamento alla rete – ha spiegato Gilli – V’è motivo per fondatamente ritenere che tali contributi possano eventualmente essere concessi anche per gli altri due lotti (anche se tutti i tre lotti sono già debitamente finanziati dal Comune)”.

 

Per quanto riguarda i tempi di attuazione il sindaco ha concluso spiegando che “l’esecuzione del primo lotto potrà essere effettuata per la metà dell’anno 2002 (costruzione di nuovo pozzo in località Cassina Ferrara; costruzione di pozzo sostitutivo in Via Novara; dismissione del pozzo di Via Novara vecchio) ; l’esecuzione del secondo lotto per la metà del 2003 (costruzione di n. due pozzi sostitutivi in Via Miola e Via C. Porta; ristrutturazione del pozzo in Via Maestri del Lavoro; dismissione dei pozzi vecchi Miola e Porta); l’esecuzione del terzo lotto per la metà del 2004 (ristrutturazione del pozzo in Via Parini; costruzione del nuovo pozzo in zona Sud ovest, dismissione del pozzo in Via Amendola)”.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.