“Galà di danza” apre la stagione invernale del Giuditta Pasta

I ballerini della Scala di Milano daranno il via a una stagione ricca di prestigiosi appuntamenti per il teatro saronnese

Un grande Gala di Danza nel teatro Giuditta Pasta. Con questa iniziativa, che avrà luogo domenica sera, 11 novembre, s’ inaugura  una stagione teatrale invernale fatta di grandi nomi, anche per la prosa: Gigi Proietti, Paolo Villaggio, Johnny Dorelli, solo per citare alcuni dei personaggi in cartellone.

Alle ore 21 di domenica, con la partecipazione dei primi ballerini solisti della Scala di Milano e dell’Operà di Parigi, si svolgerà così uno sfavillante Galà di pas de deux e assoli, classici e contemporanei, che riunisce l’ultima generazione dei ballerini italiani di maggior talento, provenienti dalle più importanti compagnie d’Italia e d’Europa. 

Dal Bayerisches Staatsballett, dove è principal dancer, ecco Alen Bottaini, curriculum prestigioso e medaglia d’oro al concorso di Varna, forte di doti tecniche e sensibilità interpretativa.  Dall’Opéra di Parigi un altro italiano di talento all’estero, il giovane Alessio Carbone, che si sta imponendo rapidamente in una delle migliori compagnie del mondo.  In coppia con lui, dal Maggio Danza di Firenze, una giovanissima ballerina in ascesa, Letizia Giuliani.  Anche la Scala di Milano è presente con i suoi nuovi protagonisti.  Sabrina Brazzo -linee bellissime, tecnica forte e singolare personalità-  e  l’eclettico Alessandro Grillo, appena nominato primo ballerino.  Forti presenze sceniche e interpretative, Beatrice Carbone e Riccardo Massimi, primeggiano nei ruoli più intensi, mentre l’incantevole Deborah Gismondi e il giovanissimo virtuoso Antonino Sutera, brillano nel repertorio romantico.   Anche la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala presenta la sua ultima promessa, Marcella Zambon.

Oltre a confermare lo spazio dedicato in stagione alla danza, grazie ad un calendario d’eccezione, prende il via il progetto DANZARIA che si pone come obiettivo la valorizzazione e promozione della danza, con particolare riferimento alla danza contemporanea italiana,  e al segno coreografico.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.