Gli ospedali di Varese durante la seconda guerra mondiale

Il convegno vedrà molti professori universitari della zona tra i relatori

L’assessorato alla Cultura del Comune di Varese con il Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica dell’Università degli Studi dell’Insubria e il Comitato per lo Sviluppo dell’Università dell’Insubria hanno organizzato per sabato 1 Dicembre 2001, all’Hotel Palace di Colle Campigli a Varese, il Convegno “Ospedali Militari Territoriali di Varese (guerra 1940-1945) e altri argomenti di storia della sanità militare”. 

Il convegno si svolge con il patrocinio e la collaborazione della Società Italiana di Storia della Medicina, l’Istituto Varesino per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea, la Società Storica Varesina e il Comitato Provinciale Croce Rossa Italiana. Interverranno: prof. Giuseppe Armocida (Università degli Studi dell’Insubria), prof. Francesco De Ferrari (Università degli Studi di Brescia), dott. Enzo la Forgia – (Istituto Varesino per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea), prof.ssa Donatella Lippi (Università degli Studi di Firenze), prof. Carlo Martinenghi (Professore Emerito – Università degli Studi di Milano), dottoressa Claudia Morando (Archivio di Stato di Barese), prof. Alessandro Porro (Università degli Studi di Brescia), prof. Giovanni Sala (Primario Emerito – Ospedale di Circolo di Varese), prof. Mario Tavani (Università degli Studi dell’Insubria), dott. Mario Vanini (Azienda Ospedaliera di Cantù) – Prof. Paolo Vanni (Università degli studi di Firenze) La testimonianza di chi ha vissuto l’esperienza dell’epoca sarà portata dal dott. Lanfranco Dallora. A conclusione dei lavori sarà proiettato il film “Colle Campigli” del giornalista Mino Tenaglia, presentato dal figlio Giuseppe.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.