Ha chiuso “Diritti in gioco”. Un successo su tutti i fronti

Aula gremita per il consiglio comunale aperto ai bambini svoltosi sabato mattina

Aula gremita per il consiglio comunale aperto dedicato ai bambini. L’iniziativa, svoltasi sabato mattina, ha decretato così la chiusura delle manifestazioni “Diritti in gioco” organizzate dall’Amministrazione Comunale e dalla Provincia di Varese per ricordare l’anniversario della Convenzione Internazionale dei Diritti del Bambino. La sala consiliare della scuola Aldo Moro si è riempita di bambini, insegnanti e genitori per discutere della situazione dell’infanzia in città. Si tratta della seconda esperienza di questo tipo, introdotta come appuntamento fisso nel nuovo Statuto Comunale.

Dopo il canto dell’inno nazionale, ha preso la parola il sindaco Pierluigi Gilli, nominato Difensore dei Bambini dell’UNICEF, che ha illustrato l’attività dell’Amministrazione nell’anno in corso in relazione ai bisogni dei più piccoli cittadini, sottolineando l’impegno, anche finanziario, in tal senso. La responsabile dell’UNICEF di Saronno, Rosanna Moneta, ha ricordato il significato dell’anniversario; i bambini della Scuola Elementare “Pizzigoni” hanno mostrato il lavoro da loro compiuto a riguardo della loro nuova scuola appena inaugurata, evidenziandone alcune criticità; i ragazzi del C.M.R. (Consiglio Municipale Ragazzi) hanno parlato della loro attività, quest’anno dedicata in particolare al monitoraggio degli spazi verdi cittadini; il Centro Comunale di Aggregazione Giovanile TAM-TAM, unitamente all’Assessorato ai Servizi alla Persona, ha fatto il resoconto dell’importante inchiesta svolta tra i ragazzi e gli adolescenti della città, proiettandone i risultati ed illustrando dettagliatamente il progetto “RA. Di CI.” (ragazzi di città), rivolto alla prevenzione del disagio giovanile.

“Il Consiglio Comunale aperto dedicato all’infanzia si è rivelato un momento davvero importante di confronto e di partecipazione – ha spiegato il sindaco – Un momento in cui la voce dei bambini, andando direttamente al cuore dei problemi, ha funto da simpatico, ma non meno autorevole stimolo all’azione amministrativa degli adulti”.

Domenica 25, infine, il Sindaco ha accompagnato una delegazione dei ragazzi del C.M.R. (Consiglio Comunale Ragazzi) e dell’UNICEF ad Arsago Seprio, per il primo incontro provinciale “Sindaci e Sindaci”, organizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Varese  tra i Comuni i cui Sindaci sono “Difensori dei Bambini” ed in cui sono presenti i C.M.R. od i Consigli Comunali Ragazzi. L’occasione ha permesso ai ragazzi impegnati in questa esperienza di confrontare i risultati raggiunti e le diverse modalità operative in atto nelle diverse realtà; oltre agli interventi di molti Sindaci presenti e dei ragazzi (Sindaci dei bambini e C.M.R.), l’Assessore Provinciale Hans Peter Orlini ha osservato come le idee sostenute con tanta passione dai bambini e dagli adolescenti coinvolti in questi progetti hanno condotto al risultato di un miglioramento della qualità della vita di tutte le comunità locali.
Al termine dell’affollato incontro, i ragazzi hanno chiesto ai rispettivi Sindaci di creare una rete di scambio di esperienze e di visite tra i vari C.M.R. e C.C.R., per migliorare la reciproca conoscenza e per diffondere in altri Comuni questa significativa iniziativa. Il Sindaco di Saronno ha offerto la disponibilità della città ad organizzare l’anno prossimo la seconda edizione del convegno, in collaborazione con il comitato locale dell’UNICEF.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.