I carabinieri bloccano un “droga-taxi”

Tre nordafricani arrestati nei boschi di Gorla Maggiore. Si facevano venire a prendere in auto dai tossici

Arrestati tre nordafricani con l’accusa di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. I carabinieri di Gallarate hanno colto sul fatto un gruppo di spacciatori, seguendo due tossicodipendenti che da Gallarate si erano recati in auto a Desio, avevano prelevato il terzetto di fornitori e li avevano portati nei boschi adiacenti la discarica di Gorla Maggiore. Lì, a transazione avvenuta, il gruppo è ripartito, e dopo qualche chilometro i militari dell’arma sono entrati in azione. I tre arrestati erano sprovvisti di documenti e dopo un controllo effettuato sulla base delle foto segnaletiche e delle impronte digitali é stato possibile risalire alla loro vera identità. Durante il controllo i carabinieri hanno verificato che i tre avevano fornito più volte identità fittizie, uno di loro aveva addirittura dichiarato di essere cittadino marocchino e successivamente algerino e afgano. Per un altro spacciatore del gruppetto il riconoscimento é stato facilitato da un particolare fisico: la mancanza di un braccio. Agli arrestati sono stati sequestrati 20 grammi di cocaina, un milione in contanti e numerosi "attrezzi del mestiere", tra cui bilancini di precisione, cucchiai e un telefono cellulare con i numeri di telefono di numerosi tossicodipendenti già segnalati alle forze dell’ordine. L’operazione è stata effettuata nella notte tra lunedì e martedì. Martedì mattina, i carabinieri sono tornati presso la discarica per cercare eventuali quantità di stupefacente nascosti, ma non hanno trovato nulla. Si sono invece visti arrivare decine di tossicodipendenti avvisati del luogo di ritrovo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.