I sindacati scioperano, i “rumors” decollano

Grandi movimenti dietro gli scenari di crisi

In borsa li chiamano rumors. Voci diffuse per ragioni strategiche. La posta in gioco é il futuro di Alitalia e quello degli aeroporti. L’ultima novità viene dal Nord-Est. «Sono pronto a fare un’offerta per acquistare azioni Alitalia» é la roboante dichiarazione di Paolo Sinigallia, presidente di Alpi Eagles, piccola compagnia aerea tricolore che ha base a Venezia. I contatti con il governo sarebbero a buon punto anche se il Tesoro frena. Alitalia capitalizza 3.200 miliardi, la quota del Tesoro vale 1.700 miliardi, un partecipazione seria (30%) vale 1.000 miliardi. Dove li troveranno i soldi? «Si può fare» hanno annunciato al maggiore quotidiano economico italiano i cavalieri del Nord-Est. Tutto questo mentre Alitalia vola ad Atlanta per firmare l’accordo con Delta Airlines. Il gruppo comprende Aeromexico, Air France, Csa Czech Airlines, Delta, Korean Air. Tra Italia e Usa voleranno 72 tratte, di cui 49 firmate Alitalia. Da Malpensa ne partiranno 4: Per New York-Kennedy, Boston, Chicago e Los Angeles.
Sotto questo cielo incerto rimangono a guardare i sindacati che hanno differito lo sciopero del 19 proprio per aspettare le decisioni della compagnia di bandiera. Una pausa che prelude alla tempesta: il 2 dicembre ritornano gli scioperi. Si fermano per quattro ore (10-14) il personale Sea di Malpensa e Linate e quello Alitalia Team. Il 3 dicembre, invece, è sciopero generale a grande maggioranza di sigle: Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilltrasporti, Anpac, Anpav, Atv, Sulta e Ugl.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.