Il Comune dedica una giornata al mondo del Volontariato

E' in programma per sabato 10 novembre un convegno organizzato dai Servizi Sociali, che pone l'attenzione sull'associazionismo nella nostra città. Premiate a nome di tutte alcune realtà

In occasione della celebrazione dell’Anno Internazionale del Volontariato, l’assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Varese ha organizzato una giornata dedicata interamente al mondo dell’associazionismo nella città di Varese. Dal titolo "Una storia importante – Volontariato e Volontari nella città di Varese", l’iniziativa si svolgerà sabato10 novembre nel Salone Estense di via Sacco a partire dalle ore 9.
Si tratta di un convegno, al quale parteciperanno le massime autorità cittadine e interverrà anche il Ministro del Welfare Roberto Maroni ed è patrocinato, oltre che dall’omonimo Ministero, dalla regione Lombardia, provincia di Varese, Asl locale della Provincia di Varese e Ospedale di Circolo – Fondazione Macchi.
E’ ormai il quarto anno consecutivo che, in occasione della "giornata dedicata", la città di Varese intende porre l’attenzione su una rilevante e significativa tematica in campo sociale. Il tema scelto per questa edizione vuole essere la prosecuzione della tradizionale Giornata del Volontariato avvenuta lo scorso mese di maggio e intende offrire un riconoscimento particolare, oltre che arricchire di ulteriore significato l’opera di tante associazioni senza scopo di lucro che operano sul nostro territorio.
"Questo momento di incontro-confronto – afferma l’assessore ai Servizi Sociali Anna Maria Bottelli – intende rappresentare una finestra aperta sulla città, per meglio conoscere  e approfondire questo fenomeno estremamente articolato e diffuso. In città, infatti, operano costantemente  più di 90 realtà organizzate e sempre nuove ne nascono, così come aumentano progressivamente i nostri concittadini, che anche singolarmente desiderano collaborare volontariamente in interventi di utilità sociale, rivolti in particolare alle persone in stato di bisogno e in posizione marginale".

Durante la mattinata verrà conferito un riconoscimento, in modo simbolico e rappresentativo di tutte le organizzazioni impegnate in attività di volontariato, ad alcune associazioni che in questo anno celebrano un importante anniversario di servizio solidale: Associazione Volontari Ospedalieri (20 anni), Telefono Amico (30 anni), Assistenti Carcerari (40 anni), Avis Comunale (50 anni), Unitalsi (60 anni), Gruppo Alpini (70 anni).
Sempre in occasione del convegno verrà allestita una mostra di manifesti di associazioni, che intendano sponsorizzare e mostrare al pubblico la propria attività e in collaborazione con il Gruppo Filatelico della Famiglia Bosina e le Poste Italiane verrà promosso uno speciale annullo filatelico, appositamente realizzato per celebrare la giornata, in cui chiunque potrà fare timbrare le proprie lettere o spedire cartoline appositamente realizzate con il timbro che rappresenta il logo della manifestazione.

Programma del convegno:
ore 9 saluto autorità
ore 9.15 relazione introduttiva del Sindaco Aldo Fumagalli
ore 9.30 "Il Volontariato nel terzo millennio" a cura di Graziamaria Dente, presidente Mo.Vi
ore 9.50 "Volontariato e motivazioni: la forza dei valori" a cura di Marco Bellani, Psicologia clinica dell’Università degli Studi dell’Insubria
ore 10.10 "Volontariato e servizi nella città di Varese" a cura di Anna Maria Bottelli, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Varese
ore 10.30 interventi programmati a cura di Edoardo Golzi, presidente Coordinamento Associazioni di Volontariato Socio-sanitario della città di Varese e di Giambattista Trotti, presidente Cesvov di Varese
ore 10.50 premiazione delle associazioni, seguite da alcune testimonianze
ore 12 intervento del Ministro del Welfare On. Roberto Maroni
ore 12.30 conclusioni a cura dell’assessore Anna Maria Bottelli

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.