Incidente sul lavoro alla Riva acciaio

L'infortunato si chiama Michele Valenti, ha 39 anni e ora è ricoverato all'ospedale di Garbagnate. In corso le indagini per verificare il rispetto delle norme della 626

E’ avvenuto tra il 22 e il 23 novembre, ma se n’è avuta notizia solo questa mattina, 24 novembre, dai carabinieri della compagnia di Saronno che stanno procedendo alle indagini del caso: un operaio, Michele Valenti di 39 anni, residente a Catania, che lavorava in turno di notte presso la sede della Riva, è caduto mentre procedeva ai lavori di scrostamento di un forno (per la lavorazione dell’acciaio) ha perso l’equilibrio ed è caduto da una altezza di tre metri. Sembra, secondo fonti sindacali, che stesse occupandosi per la prima volta di questo tipo di mansione "Secondo quello che ci hanno raccontato i suoi compagni di lavoro, non si era mai occupato prima di quella mansione – racconta Antonio di Trinca, segretario della Fiom – la situazione non è grave, ma è significativo il fatto che queste cose vengano vissute con leggerezza, solo perchè si tratta di lavori di rutine. ma fatti per la prima volta, e di notte, sono sempre fattori di rischio" . Ora il lavoratore è ricoverato per trauma cranico all’ospedale di Garbagnate Milanese.

La Riva acciaio è una delle più importanti aziende europee di lavorazione dell’acciaio. Qualche anno fa ha anche rilevato il grande impianto della ILVA di Taranto la più grande sede siderurgica d’Italia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.