La Cisl vuole rilanciare la propria presenza sul territorio

Dopo un accordo tra Cisl Regionale, Inas e pensionati saranno potenziati i servizi, come il Patronato, sulla zona di Saronno

La Cisl-Ticino Olona vuole rilanciare la propria presenza sul territorio di Saronno. L’annuncio è stato dato dal segretario Luigi Mafezzoli ieri pomeriggio in un incontro pubblico a Cislago dal tema “Mercato del lavoro, finanza e pensioni”. Tutti i pensionati presenti hanno confermato che la presenza del sindacato era molto più forte vent’anni fa, e che adesso sia il momento giusto per un buon rilancio. L’obiettivo della Cisl è quindi quello di potenziare i servizi come il Caf e il Patronato Inas.

 

«Noi siamo consapevoli che Saronno è una zona importante – ha spiegato Mafezzoli – e sappiamo anche le difficoltà che in questi anni ci sono state. Il mercato del lavoro è cambiato, come anche la struttura industriale e produttiva; in sostanza dobbiamo ripensare alla nostra presenza a Saronno, svilupparla e potenziarla, migliorando il servizi e aumentando la presenza a livello sociale. Nei prossimi mesi discuteremo come affrontare questo problema; intanto vogliamo potenziare i servizi come la presenza di quello che per anni è stato il nostro servizio più importante: il Patronato».

 

Recentemente, infatti, grazie a un accordo tra pensionati, Inas e Cisl regionale è stato deciso il rilancio del Patronato a Saronno, insediando una nuova addetta competente che possa rilanciare l’ufficio grazie anche all’efficienza. Mafezzoli si è poi rivolto direttamente ai pensionati: «Si fa in fretta a essere i primi, ma si fa altrettanto in fretta a perdere questo riconoscimento. Tramite queste iniziative stiamo cercando di tornare come una volta, e penso proprio che ci riusciremo. Come? Con il vostro aiuto, con il passaparola sulla funzionalità del Patronato. Faremo anche pubblicità e volantini, ma chi potrà diffondere meglio la conoscenza di questo servizio sarete proprio voi».

 

Il Patronato ha come obiettivo l’assistenza a pensionati, lavoratori normali, extracomunitari, in nero e non in nero. «Il patronato Inas si occupa sia di servizi informativi che di assistenza e pratici – spiega Maurizio Bertani, direttore del Patronato della Cisl-Ticino Olona – come la denuncia di infortunio, le pensioni di invalidità, l’ assistenza medico legale, andare contro norme che a noi non sembrano giuste, fino ad arrivare alla sede giudiziaria, controllare i contributi, se vengono o meno versati dalle aziende e molto altro come le pensioni. Tutti questi servizi sono gratuiti. Il Patronato è un servizio per tutti i lavoratori».

 

«Volgiamo rilanciare l’immagine e l’efficienza del Patronato – conclude Mafezzoli – soprattutto migliorare a livello qualitativo, confermando la nostra presenza sul territorio. Vogliamo diventare un riferimento per tali questioni. È importante che la gente trovi delle risposte, ed è importante che le trovi in un posto dove, queste risposte, non vengano date solo in modo formale, ma anche con una certa sensibilità a livello umano».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.