La petizione di Cascina Colombara appoggiata dal consiglio comunale

Sarà aperto un tavolo di discussione col comune di Solaro per lo studio di una viabilità alternativa che tolga il traffico di transito dal quartiere cinquecentesco

Il consiglio comunale ha appoggiato ieri sera la petizione presentata dagli abitanti della Cascina Colombara. In questa petizione, appoggiata da circa 250 firme, veniva posto all’attenzione dell’amministrazione il fatto che il comune di Solaro avesse in programma, nel piano regolatore, l’ampliamento della zona industriale al confine con il quartiere saronnese. “Se ciò dovesse avvenire – ha spiegato l’ingegnere Neri, portavoce di cittadini – porterebbe un dannoso incremento di traffico nel quartiere, attualmente già abbastanza congestionato”.

 

Le preoccupazioni dei cittadini sono state condivise da tutti i membri del consiglio comunale. Secondo l’assessore all’urbanistica Giorgio De Wolf «quest’amministrazione ha ben chiaro il problema dell’insediamento industriale di Solaro. Quell’insediamento è di tutta illogicità; credo basti guardare la cartina per capire che questo, vista la sua ubicazione, non sta in piedi, provocando problemi sia per quanto riguarda la viabilità, sia dal punto di vista ambientale».

Per quanto riguarda le richieste contenute nella petizione, l’assessore alla viabilità Fabio Mitrano ha portato a conoscenza i risultati del suo incontro con il sindaco di Solaro «Mi ha assicurato che la strada di collegamento tra viale Lombardia e Via Boccaccio non sarà fatta. La rotonda a cui accennate per smaltire il traffico è necessaria, ma purtroppo nell’anno 2002 non sarà messa in atto; sarà indispensabile inserirla nel prossimo piano triennale delle opere pubbliche. I dissuasori di velocità per ora non saranno fatti, ma dobbiamo ancora parlare con il comune di Solaro».

 

Nonostante il problema unisse i vari membri del consiglio comunale, non tutti si sono trovati d’accordo sulle soluzioni. Per il centrosinistra la costruzione di una strada alternativa che smisti il traffico dal quartiere potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio e peggiorare la situazione. Per la maggioranza, per trovare la soluzione bisogna invece aspettare il tavolo di discussione e vedere cosa salta fuori insieme al comune di Solaro. A favore della petizione è comunque stato votato favorevolmente l’impegno dell’amministrazione ad attivare un tavolo di concertazione con il comune di Solaro, al fine di studiare una viabilità alternativa che tolga il traffico di transito dal centro abitato.

 

Il rappresentante dei cittadini ha comunque evidenziato la propria preoccupazione: “questa via o viabilità alternativa è assolutamente necessaria; se Solaro intendesse sviluppare quella zona industriale, il quartiere della Cascina Colombara sarebbe davvero soffocata da traffico”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.