Meno agenti a Malpensa

80 poliziotti stanno per fare le valigie. Airaghi (An) scrive a Scajola, ma il Siulp lo attacca: «Vuole prendersi meriti che non ha»

Arrivano i militari, ma vanno via i poliziotti. Il 15 dicembre scade il mandato degli 80 agenti di polizia aggregati, che da Roma sono stati destinati alla difesa dell’aerostazione, in seguito all’emergenza terrorismo. 
Marco Airaghi, onorevole saronnese di Alleanza nazionale, ha scritto al Ministro dell’interno Scajola per chiedere che la loro presenza venga prolungata di un altro mese. Proprio il parlamentare, qualche settimana fa, aveva annunciato una propria sollecitazione allo stesso ministro, per chiedere l’invio di ulteriori uomini a sostegno delle operazioni di polizia in brughiera. 
Il presidio di Malpensa, negli ultimi tre mesi, è diventato uno dei temi più sentiti dell’agenda politica e non. Il prefetto di Varese Guido Nardone era stato tra i primissimi funzionari a richiedere l’intervento dell’esercito. Richiesta accolta, anche a se, a fronte dei 200 uomini inizialmente paventati, ne sono arrivati solo 130 dal decimo reggimento guastatori di Cremona. Inoltre, a voler essere pignoli, Malpensa, nonostante il suo ruolo di porta aperta sul mondo, è stato uno degli ultimi aeroporti a essere presidiato.
L’abbandono di 80 poliziotti, insomma, non è esattamente quello che si dice una operazione che soddisfa le forze dell’ordine. Tutt’altro. Dall’11 settembre nella Polaria dell’aerostazione la distribuzione dei compiti ha subito notevoli variazioni, tanto da far emergere malumori e lamentele espresse di recente dalla segreteria regionale del Siulp, uno dei sindacati storici della polizia di stato. Le critiche del Siulp colpiscono però anche l’onorevole Airaghi, reo, secondo il segretario provinciale Giuseppe Tedesco, «di volersi attribuire il merito dell’ìnvio dei poliziotti a Malpensa. Sono solo presenze provvisorie – attacca Tedesco – e non di organico vero e proprio; inoltre fu il nostro sindacato a fare richiesta al Dipartimento e non altri. La campagna elettorale è finita, ora chiediamo al centrodestra di governare e di non fare propaganda». Il Siulp ha richiesto che gli 80 agenti restino in servizio fino al 15 gennaio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.