Morniroli: «Il dialogo con la città spegnerà le polemiche»

Intervista al leader leghista fiducioso: la gente capirà, non temiamo le elezioni

Aldo Morniroli, capogruppo della maggioranza leghista, difende l’azienda speciale e rilancia la necessità di un dialogo con il comitato Rione Sud, anche se, chiarisce, «prendo atto che nel comitato una nuova dirigenza ha seppellito i tentativi di dialogo che avevamo e che confermiamo».

Morniroli, partiamo dalla vicenda discarica abusiva. Non c’è davvero più nulla da spiegare?

Sì, ma avrebbero potuto essere avvisati da un dipendente dell’azienda?

E che fine ha fatto questo dialogo?

«Era stato avviato con il portavoce del comitato Renato Benedetti. Poi ha preso il sopravvento una componente che vuole il muro contro muro. A tutt’oggi non so se abbiano deciso di cambiare il portavoce, so solo che da parte nostra rimane la volontà di discutere con chi è disposto a farlo».

Parliamoci chiaro, si avvicinano le elezioni, come farete a far quadrare il cerchio: compostaggio e consenso popolare?
«Che si faccia o no, l’impianto sarà certamente al centro della campagna elettorale e le opposizioni cercheranno di sfruttare la situazione. Ma io credo che sarà il dialogo con la gente a far capire che questo impianto non è assolutamente nocivo».
«Sì, certo, ma non è andata così».

Cosa pensa la Lega del problema politico che si pone con l’impianto di compostaggio? E’ vero che il partito avrebbe preferito prendere tempo mentre il sindaco vuole chiudere la partita?
«La decisione spetta al sindaco, ma è anche vero che le carte sono tutte già a posto. Se il sindaco sta allungando i tempi è anche perché è a conoscenza del tentativo di dialogo con il comitato».
«Basta vedere l’area in questione per rendersene conto. I rifiuti sono pochi e non nocivi. Lo ha detto anche la relazione dell’Arpa che abbiamo citato in consiglio».

Ma è possibile che l’azienda speciale non abbia mai notato una discarica abusiva, per quanto piccola, accanto all’ecocentro?
«Si è un’ipotesi credibile. Io credo che se l’avessero notata sarebbero intervenuti prima, evitando così che scoppiasse questa polemica. D’altronde i consiglieri d’amministrazione badano ai conti e si recano sul posto solo saltuariamente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.