Niente trasloco per il “Falcone”. Studenti e professori protestano

Emergenza per 250 ragazzi. La nuova sede non é pronta, scatta lo sciopero bianco

Nuova protesta all’istituto "Giovanni Falcone" di Gallarate. Sciopero bianco degli studenti, solidarietà dei professori e ragazzi in corridoio pronti a far sentire la loro voce. La sede di via Bellora, dove i ragazzi dell’indirizzo aziendale turistico avrebbero dovuto traslocare in questi giorni, non é pronta. Le lezioni dovranno quindi continuare nella sede di via Rusnati – una soluzione di pura emergenza che non consente l’utilizzo di laboratori – in attesa di sviluppi.
Durante gli incontri di settembre tra Provincia e dirigenza scolastica il nodo della nuova sede venne affrontato a più riprese. Via Bellora doveva già essere pronta all’inizio delle lezioni di questo anno scolastico, ma la realtà si rivelò più complessa. 

Le assicurazioni di Villa Recalcati riuscirono comunque a tenere a freno la protesta, con l’impegno che nel ponte di ognissanti sarebbe avvenuto il trasloco. Delusione e rammarico tra i ragazzi e anche tra i professori. Il "Falcone" rimane diviso in tre sedi (vedi articolo), con 1777 studenti. L’auspicio del dirigente scolastico Claudio Merletti rimane quello espresso a Varesenews in settembre: una politica di riorganizzazione degli spazi che tenga conto dei numeri del "Falcone". In sostanza: dateci la sede della ragioneria di via De Albertis e ci staremo tutti. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.