“Non abbiamo inferto alcuna umiliazione”

Forza Italia risponde alle recenti affermazioni del consigliere di minoranza Airoldi

riceviamo e pubblichiamo

Gli argomenti toccati dal Consigliere Airoldi, apparsi recentemente sulla stampa, sono molteplici e alcuni meritano una attenta e puntuale risposta.

Andiamo con ordine.

Infatti, a nessun esponente è mai stato impedito di parlare, anzi è vero il contrario; sovente la maggioranza ha ascoltato pazientemente il prolungarsi di dibattiti, con interventi spesso ripetitivi da parte dell’opposizione, riguardanti gli argomenti più disparati. Beninteso, è perfettamente legittimo che l’opposizione intervenga nel dibattito consiliare ripetutamente, taluni dei suoi esponenti a volte con il malcelato intento di rinviare la fase deliberativa, che invece maggiormente interessa la maggioranza, in quanto attinente la vita amministrativa cittadina. Tuttavia, se la maggioranza si preoccupa di proporre al Consiglio un iter procedurale che ponga in primo piano gli aspetti più concreti (forse per qualcuno meno importanti di altri) per la vita cittadina, ebbene si è subito tacciati di atteggiamenti antidemocratici, di volere imbavagliare il dibattito, di imporre nuovi regolamenti capaci di svuotare ulteriormente l’assemblea.

Francamente non comprendiamo questo modo di intendere la politica, che sistematicamente e periodicamente tende e delegittimare le istituzioni per scopi di pura lotta politica, o, se si vuole, per l’incapacità di dare un senso ed una visibilità efficace alla propria azione. Ulteriore esempio di questa china nella quale l’opposizione sembra inesorabilmente scivolare è l’attacco al Presidente del Consiglio Comunale, un attacco violento nei toni ed irrispettoso del ruolo istituzionale attributo alla carica, peraltro totalmente privo di valide motivazioni.

Anche da punto di vista amministrativo, Airoldi appunta diverse critiche, tanto disordinate quanto generiche.

Su un punto siamo d’accordo: è vero che il senso di insicurezza dei cittadini si rimuove, oltre che con una maggiore presenza delle forze dell’ordine in città, anche favorendo la vivibilità del centro e delle periferie e l’integrazione tra le diverse etnie e culture presenti in città . Ma su questa linea forse Airoldi ignora o sembra non vedere che l’Amministrazione si sta muovendo da tempo, senza clamori o proclami, ma con risultati di sicura efficacia. Basti ricordare solo alcuni dei molti esempi al riguardo: dalla politica di mediazione con la comunità sinta e di inserimento lavorativo di alcuni suoi appartenenti ai i programmi di integrazione scolastica e culturale contenuti e realizzati nel recente documento sul Piano per il diritto allo studio, presentato in Consiglio comunale.

Così anche sul fronte delle manutenzioni e del traffico giungono dall’intervento di Airoldi parziali riconoscimenti e critiche senza fornire valide soluzioni alternative. Certo, se negli anni addietro, quando l’attuale minoranza amministrava la città, si fossero fatti gli interventi opportuni, non ci troveremmo a dover spendere tanto tempo ed energie di natura straordinaria per completare e tenere in buono stato il sistema viario cittadino. Quanto al traffico, a nostro avviso, l’Assessore Mitrano ha ben di che essere soddisfatto: ha sicuramente svolto un ruolo egregio nell’affrontare la difficile situazione cittadina, in gran parte non dipendente dai saronnesi, in un periodo peraltro complicato dai necessari interventi di manutenzione e sistemazione del manto stradale. Basti ricordare, solo per fare un esempio, il nuovo sistema di movimento del trasporto pubblico urbano cui ha contribuito in maniera determinante l’assessore. Quanto alla riduzione dell’eccesso di traffico, siamo anche noi favorevoli, purché si discuta su proposte concrete ed attuabili e non meramente utopistiche ed irrealizzabili quali ad esempio l’interdizione totale alla circolazione veicolare.

Infine, la casa di riposo per anziani : è vero che l’ideazione della struttura non è dovuta all’attuale amministrazione, è una "eredità" – tra le quali non mancano e non sono mancate, aggiungiamo noi, alcune da accogliersi con il beneficio dell’inventario – del centrosinistra. Tuttavia abbiamo contributo in misura determinante al completamento della struttura, senza dimenticare che la scelta della fondazione è opera originale di questa maggioranza.

A questo punto, forse per le altre critiche non vale la pena di soffermarsi più; tanto si è già detto (da altri) e fatto da noi, ad esempio, per il liceo classico. Non ci resta che concludere, e lo facciamo con una battuta : se è vero, come dice Airoldi, che questa maggioranza naviga a vista, ebbene quello che si vede dalla nave condotta dal centro-destra è sicuramente una Saronno molto migliore della città lasciata per troppo tempo alla fonda dalla precedente amministrazione di centrosinistra.

FORZA ITALIA SARONNO
Il coordinamento cittadino ed il gruppo consiliare.

Non siamo assolutamente d’accordo con l’opinione espressa da Airoldi circa l’umiliazione che questa maggioranza avrebbe inferto alle istituzioni, in primo luogo al Consiglio Comunale. Sostenere che alle minoranze sia impedito di "entrare nel merito degli argomenti" in discussione o che il nuovo regolamento delle sedute "va nella direzione di imbavagliare il dibattito" rappresentano affermazioni tanto gravi quanto non dimostrate e non dimostrabili.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.