Parcheggi fantasma? Il Comune ha una soluzione

È stato approvato in consiglio comunale un documento programmatico sulla regolamentazione delle aree pubbliche destinate a parcheggio

I parcheggi a Saronno sono un argomento spinoso. Soprattutto da quest’estate, quando in città giravano volantini pubblicitari, che offrivano, con tanto di pianta e misure, box inesistenti o ancora da costruire. Per ovviare a qualsiasi inconveniente è stato approvato in consiglio comunale un documento programmatico che regolamenta l’assegnazione delle aree pubbliche per la realizzazione di parcheggi privati.

 

I volantini che pubblicizzavano la vendita di questi parcheggi inesistenti, furono in distribuzione poco prima dell’estate; la stessa amministrazione comunale emise un comunicato in cui si esortava tutti i saronnesi a non pagare una lira per qualcosa a cui nessuno aveva dato un permesso di costruzione. “Era del tutto impensabile che si potesse fare un progetto sopra un’area comunale, senza che l’amministrazione ne fosse a conoscenza – ha spiegato il sindaco Pierluigi Gilli in consiglio comunale – Quest’estate mi giunse voce di varie società che vendevano questi parcheggi. Il discorso è saltato fuori anche sulla bacheca del sito comune e per chiarire meglio ai cittadini la posizione dell’amministrazione abbiamo emesso un comunicato”.

 

Insieme al documento programmatico sulla regolamentazione dei parcheggi in Saronno e la posizione ufficiale dell’amministrazione che esorta ulteriormente i cittadini a non acquistare nulla, il problema non sembra più porsi. Secondo Gilli si è trattato di “un modo di vendere che ha rasentato la truffa economica”.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.