Parola d’ordine: non comprare niente!

Sabato 24 è la giornata mondiale del non acquisto, iniziative a Varese in piazza 20 settembre. Venerdì 23 incontro a Venegono Superiore

Per un giorno non comprare. Non comprare tutto ciò che  è inutile e assolutamente superfluo. L’idea è semplice ma ha profonde implicazioni e un grande valore simbolico. La giornata del non acquisto sarà sabato 24 novembre. Sì, proprio sabato, il giorno per eccellenza  dedicato allo shopping più sfrenato: dalla spesa al supermercato all’abbigliamento. Ebbene, la sfida è lanciata. E a proporla è la Rete di Lilliput e Terre di Mezzo. "E un’iniziativa simbolica – dice il volantino che non è un semplice "spot" anti-acquisto ma quasi un trattato su quella che è una filosofia di vita -. Non un’iniziativa contro i commercianti ma contro l’acquisto fine a se stesso, indotto dalla pubblicità e dai falsi bisogni. 
Nella giornata senza acquisti concediti una pausa e prendi coscienza del potere che puoi esercitare, per modificare i meccanismi economici, sia come consumatore sia come non consumatore".  

Sabato in piazza 20 settembre, vicino al Cinema Politeama, la Rete di Lilliput  di Varese metterà a disposizione di tutti coloro che sono interessati, e dei passanti distratti, ogni genere d’informazione sull’iniziativa: volantinaggio con dei "buoni di non acquisto", banchetto "commercio equo", distribuzione di fiocchetti bianchi a favore di Emergency "uno straccio di pace"; sarà allestita inoltre una tenda cantiere punto d’incontro per tutte le realtà operanti a Varese.

Quali sono le indicazioni per sabato?  

  1. Acquista solo ciò di cui hai effettivamente bisogno
  2. Ripara gli oggetti rotti e nell’acquisto privilegia gli oggetti riparabili 
  3. Ricicla tutto il possibile (carta, vetro, plastica, fibre naturali, lattine, ferraglie, rifiuti vegetali e animali).
  4. Evita i prodotti con troppi imballaggi
  5. Preferisci i prodotti biologici; l’agricoltura biologica è infatti l’unica modalità produttiva in equilibrio con la natura
  6. Adotta i prodotti del commercio equo-solidale che riconoscono il giusto guadagno ai produttori e rispettando l’ambiente
  7. Boicotta le imprese che sfruttano il lavoro minorile e/o le risorse dei paesi in via di sviluppo

Domani  sera, 23 novembre, invece alla Palazzina Civica a  Venegono Superiore si parlerà della giornata del non acquisto ma anche di come costruire un Gruppo di acquisto solidale e verrà presentato "fa la cosa giusta" guida agli acquisti equi e all’alimentazione biologica in Lombardia. 
La giornata è organizzata dalla rete di Lilliput – nodo di Venegono, dai Missionari Comboniani -La Pulce- Cooperativa sociale La casa davanti al sole.
Per ritirare la sottoscrizione a questo gruppo, inviare un email a unsubscribe@egroups.com).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.