Per due insegnanti tradatesi, il teatro come scelta didattica

È in distribuzione in questi giorni in tutta Italia il libro scritto da Francesco Furci e Valeria Bruni, con Giorgio Putzolu, su anni di esperienza nella scuola utilizzando l'arte del teatro

L’esperienza teatrale tradatese di due insegnanti con i propri alunni, diventa materia di studio.

Secondo Furci "facendo teatro nelle scuole si fa acquisire una certa autostima ai ragazzi che così aumentano anche la propria ricettività nello studio. In questa maniera abbiamo constatato che gli studenti acquistano più sicurezza e anche lo studio e l’insegnamento ne risultano agevolati. Non facciamo teatro per formare attori, ma per far star bene dei ragazzi". 

L’associazione è piuttosto attiva sul territorio. Da tre anni, insieme alla compagnia "Instabile Quick", nel periodo di maggio, si organizzano quattro giorni di una rassegna teatrale provinciale dove, ogni anno, vengono scelte delle rappresentazioni che saranno poi portate dai ragazzi alla rinomata rassegna nazionale di San Quirico. Inoltre, l’associazione, da venerdì 16 novembre, farà partire un corso di teatro per ragazzi presso villa Truffini.  Si tratta di una serie di incontri che hanno le stesse finalità del libro pubblicato, ovvero rendere il teatro un momento di aggregazione e non semplicemente un appuntamento per pochi eletti. "Vogliamo creare uno spazio culturale sul territorio dedicato ai giovani – conclude la Bruni – Si tratta di un modo nuovo e funzionale per proporre loro un’ alternativa allo stare in strada o a guardare la televisione".   

È quello che è accaduto a Francesco Furci e Valeria Bruni, membri dell’attiva associazione teatrale "L’isola che non c’è". I due insegnanti hanno recentemente pubblicato il volume dal titolo "La scuola creativa – per una didattica del teatro " edito da Armando Editore e in distribuzione su tutta la penisola. Oltre all’opera "Gocce d’arcobaleno, storia di un adolescente e di un barattolo di chiodi", scritta con Giorgio Putzolu della compagnia teatrale "Instabile Quick", nel volume sono presenti anche le considerazioni degli autori sui dieci anni di attività teatrale svolta con i ragazzi delle scuole medie, il tutto corredato da semplici esercizi che tutti gli insegnanti possono attivare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.