Polizza anti-criminalità: parte la corsa al risarcimento danni da delitto

Gestirà le polizze la Reale Mutua Assicurazioni. Come fare per chiedere il risarcimento, quale documentazione produrre

IDal 10 ottobre 2001, 9 milioni di cittadini lombardi hanno una polizza assicurativa contro la criminalità. La polizza, assolutamente inedita e unica nel suo genere, prevede per le vittime della criminalità un risarcimento di 160 milioni in caso di invalidità permanente e di 110 milioni in caso di morte, a seguito di azioni delittuose come scippi, aggressioni o furti.
E’ la Reale Mutua Assicurazioni, vincitrice della gara indetta nel mese di luglio dalla Regione Lombardia, cui hanno partecipato le più importanti compagnie operanti sul territorio italiano, a gestire la polizza che ha come scadenza il 30 settembre 2004.

I cittadini lombardi si sono già mossi per chiedere informazioni e, fanno sapere dalla sede della Reale Mutua Assicurazioni di Milano, almeno sei pratiche sono state avviate. Nessuna informazione, per ovvie ragioni di privacy, circa i singoli eventi delittuosi che hanno spinto i primi sei a far ricorso alla polizza anti criminalità, ma si tratta di fatti di non estrema gravità.   
Hanno diritto al risarcimento tutti coloro che risiedono in Lombardia e sono stati protagonisti di un fatto delittuoso sul territorio regionale, oppure un infortunio in occasione di un delitto contro la persona da cui deriva la morte o invalidità superiore al 38 per cento o, ancora, chi ha subito un infortunio in occasione di un delitto contro il patrimonio (rapina, furto, raggiro, truffa) dal quale deriva morte o invalidità almeno del 38 per cento.
La polizza completa l’attuazione della legge regionale 8/2000: una legge che stanzia 20 miliardi per finanziare i progetti dei comuni lombardi per la sicurezza e che destina appunto una quota del 10 per cento al fondo per le vittime della criminalità.
Per informazioni più dettagliate ci si può rivolgere a:
· Servizio Buongiorno Reale Numero Verde 800320320, attivo dal lunedì al sabato dalle 8,00 alle 20,00.
· Sito: www.realemutua.it
· per e-mail, indirizzando i propri messaggi a:
buongiornoreale@realemutua.it oppure assicurazionedisolidarieta@realemutua.milano.it.

Per fare la denuncia del sinistro basta inviare entro 60 giorni dal fatto una raccomandata A/R all’Agenzia Reale Mutua di Assicurazioni – Rota Filippo e Rota Tommaso s.r.l., Corso San Gottardo, 2 – 20136 Milano – Tel. 02/58160236 orario: da lunedì a giovedì 14,00 – 17,30 e venerdì 8,30 – 14,00.

La richiesta di risarcimento deve contenere le generalità dell’assicurato, luogo, giorno e ora del fatto e le cause che lo hanno determinato, oltre che la regolare denuncia alle autorità competenti. Non sono assicurabili i rappresentanti delle forze dell’ordine e gli appartenenti agli istituti di vigilanza privati.
Non è coperto dalla polizza anche chi ha subito infortuni derivanti da circolazione stradale, inclusi atti di pirateria, chi subisce infortuni durante tumulti popolari, scioperi, sommosse, manifestazioni politiche, atti di terrorismo e sabotaggio, ne’ chi subisce infortuni verificatisi nella sfera familiare (anche famiglie di fatto) e per delitti passionali o, ancora chi si infortuni a seguito della sua partecipazione ad azioni perseguibili dalla legge.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.