Qualcosa si muove a Gallarate!

I Verdi-alternativi prendono posizione sui problemi legati alla mancanza di cinema e piscine

Nella nostra città finalmente si ricomincia a progettare su alcuni servizi, quali Cinema e Piscine, rispetto ai quali siamo stati estremamente, e in maniera comparativamente maggiore rispetto ad analoghi comuni limitrofi, penalizzati dalla barbarie degli scorsi decenni. Vogliamo però esprimere la nostra perplessità sul disegno d’insieme di questi progetti, portando al contempo una proposta alternativa.

Le nostre perplessità :

- rispetto all’ampliamento della Piscina Comunale della Moriggia:

poiché quest’impianto sportivo è situato nel quartiere periferico Moriggia, per giunta non collegato al resto della città da piste ciclopedonabili o da efficaci collegamenti con mezzi pubblici, a nostro avviso non merita alcun potenziamento. Andrebbe infatti tale potenziamento accompagnato da un’estensione del parcheggio che andrebbe a discapito anche dell’area verde circostante, per poi avere una megapiscina non fruibile per parecchi mesi l’anno!


A una prima disamina tale progetto sembra già vecchio, rispetto ai nuovi centri di "total entrateinment" (una parola che viene dagli stati Uniti e serve per indicare quei centri ove vi è dal Cinema al negozio al Pub alla palestra), quale quello che sorgerà a Cerro, e quindi non competitivo.

La proposta che facciamo è la seguente

Costruzione di una seconda piscina coperta , ma con accesso dalla vasca al verde esterno tramite porte scorrevoli (quindi fruibile tutto l’anno) nell’area ove è prevista la multisala di Viale Lombardia .

Acquisto senza più indugi del Teatro Condominio da parte dell’amministrazione (patrimonio pubblico) indipendentemente dall’intervento Hupac

Costruzione in centro, possibilmente in un area di edifici dismessi di una multisala cinematografica; quattro oppure cinque sale offrirebbero già una buona scelta ; proponibili anche trasformando il Teatro delle Arti.

In questo modo si potrebbero realizzare le seguenti legittime aspettative che in questo momento a noi gallaratesi sembrano solo sogni.


1) Una piscina raggiungibile da molti quartieri di Gallarate in bici, aperta tutto l’anno.

2) Un centro della città vivacizzato da una multisala, che pur non avendo tutto sommato la squallida struttura dei centri americani simili ai "total entrateinment" , sopperirebbe ampiamente con la vicinanza a locali serali del centro storico, che potrebbero esserne rivitalizzati.

3) Una stagione di spettacoli dal vivo senza dubbi accolti con successo.

4) Il recupero di una parte di aree dismesse sulle quali, ci auguriamo, qualcuno prima o poi dovreà ricominciare a progettare.

5) Riportare a Gallarate la vitalità che solo l’insieme di più proposte può attivare rispetto al singolo progetto, che da solo, è destinato al fallimento commerciale (e non abbiamo bisogno di ulteriori aree dismesse).

In un futuro estremamente concorrenziale solo ciò che è "progettato" potrà avere successo!

Verdi.alternativi@libero.it

, per lanciare stagioni di spettacoli Musicali e di Prosa ..

- riguardo alla multisala (8 sale) progettata per Viale Lombardia:

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.