SDI: prioritari i lavori all’istituto professionale

Una lettera aperta alle autorità in merito alla ristrutturazione dell' IPIA "A. Ponti", l'edificio scolastico più antico della città

Riceviamo e pubblichiamo

Egregio Assessore alla Pubblica Istruzione,
i Socialisti Democratici Italiani di Gallarate, in risposta alla sua lettera del 05/12/2000, prot. N° 97995/23551- G Le chiedono gentilmente di conoscere le motivazioni per cui non sono stati ancora iniziati i lavori di ristrutturazione dell’Istituto Professionale per l’industria e l’Artigianato "A. Ponti" di Gallarate.

I Socialisti Le ricordano che nella sua lettera Lei ha affermato che i lavori di ristrutturazione ed adeguamento normativo sarebbero partiti con l’inizio della primavera del 2001, siamo già nel mese di novembre , ma ancora i lavori non sono iniziati.

I Socialisti Democratici Le fanno presente che l’edificio è stato costruito nel lontano 1909 dalla famiglia Ponti, industriali tessili della zona e, come tutti gli edifici di una certa età, ha bisogno non soltanto di ordinaria manutenzione , ma anche di una ristrutturazione generale.

I Socialisti ritengono prioritari e indispensabili il rifacimento del solaio dell’ultimo piano per l’infiltrazione dell’acqua piovana, la creazione del locale mensa con annesso bar, l’installazione di ascensori per l’eliminazione delle barriere architettoniche, una palestra moderna, un’ampia sala per le riunioni dei docenti, la messa a norma dello stabile secondo le direttive europee, il rifacimento del vecchio impianto di riscaldamento, il rifacimento dell’obsoleto e pericoloso impianto di illuminazione, la sostituzione degli infissi che evitino la dispersione del calore, favoriscano il risparmio energetico e soprattutto un adeguato riscaldamento e, infine, la sistemazione del cortile interno.

I Socialisti chiedono che i lavori siano iniziati al più presto, rispettando così quella convenzione sottoscritta tra il comune di Gallarate e l’Amministrazione Provinciale di Varese in cui si prevede la ristrutturazione e l’adeguamento dell’intero edificio per un importo complessivo di lire 3.700.000.000

I Socialisti ritengono che per avere dei giovani diplomati preparati ad affrontare il nuovo mondo del lavoro siano indispensabili non solo buoni insegnanti o l’innalzamento dell’obbligo scolastico, ma anche sussidi didattici, laboratori moderni dove gli studenti possano esercitarsi e un ambiente salubre e piacevole da viverci.

Il segretario cittadino
Filippo Proto

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.