Sui pedaggi autostradali il comune riparte all’attacco

Votata una mozione che incarica la giunta di intervenire in Regione per la soluzione del traffico sul sempione. Il sindaco: "Basta tavoli tecnici, vogliamo incontri con politici"

Riparte all’attacco l’amministrazione sestese sui pedaggi autostradali scontati o addirittura gratuiti. «E non bastano più tavoli tecnici, servono le risposte poltiche» ha spiegato il sindaco Roberto Caielli nell’ultimo consiglio comunale, quando è stata  esaminata e approvata all’unanimità la mozione sui pedaggi autostradali, assunta anche dal consiglio comunale di Somma Lombardo. Con questo provvedimento la giunta è incaricata di intervenire nuovamente in Regione per trovare una soluzione a quello che rappresenta ormai un problema storico. Quello del traffico sul Sempione che aumenta per effetto degli automobilisti, che per evitare i pedaggi, escono all’uscita Vergiate e Sesto Calende e proseguono verso il Piemonte attraverso il Sempione. Risultato: inquinamento e code chilometriche anche nel centro del comune. E a questo risultato come spiegava il Sindaco contribuisce anche il vicino hub di Malpensa. Non è d’accordo sull’effetto Malpensa e sui risultati dell’indagine del traffico la commissione tecnica regionale. Per questo motivo è parso utile con la mozione andare a riaffermare i risultati dell’indagine sul traffico svolta un anno fa in collaborazione con l’assessorato alla viabilità della Provincia. Risultati che imputavano inequivocabilemnte l’aumento del traffico sulle vie cittadine ai pedaggi autostradali troppo cari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.