Ucciso da un furgone ciclista salvadoregno

Investito alle 6.45 di mattina mentre andava al lavoro. Si chiamava Efrain Enrique Tobias Escobar, 33 anni, imbianchino

Si chiamava Efrain Enrique Tobias Escobar, il ciclista salvadoregno di 33 anni ucciso questa mattina alle 6.45 da un furgone tra viale Lombardia e via Roma. L’uomo stava percorrendo il viale quando, per motivi ancora da accertare è stato colpito posteriormente da un Mercedes su cui viaggiavano tre cittadini albanesi di 33 anni (il guidatore), 35 e 44 anni. L’impatto è stato fortissimo, sbalzando Escobar a circa 50 metri dal punto dell’impatto. L’arrivo dell’autoambulanza del 118 è stato tempestivo, ma le condizioni del ferito apparivano subito disperate. L’uomo, che era sposato senza figli e risiedeva a Marnate dove lavorava come imbianchino, moriva durante il trasporto in ospedale. 
Sul luogo dell’incidente la polizia stradale di Varese ha lavorato tutto il giorno, per ricostruire la dinamica della tragedia. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.