Una targa per coronare i Castelli come patrimonio dell’umanità

La posa dell'importante sigillo è avvenuta alla presenza del vice presidente dell'organizzazione internazionale. Premiato un sito dedicato alla cultura ticinese e realizzato da due giovani

Un anno è passato da quando l’UNESCO ha dichiarato i tre castelli e la murata di Bellinzona "patrimonio dell’umanità", tanto che a ricordarlo è stata la posa di una targa commemorativa a Castelgrande, proprio ieri, martedì 27 novembre.

Alla cerimonia erano presenti il presidente del Consiglio di Stato Luigi Pedrazzini e il sindaco di Bellinzona Paolo Agustoni oltre al vice presidente UNESCO Mounir Bouchenaki.
Una cerimonia importante, quindi, che ha visto la partecipazione della popolazione Ticinese, fiera di aver saputo custodire nel corso dei secoli un patrimonio di valore storico e culturale tanto importante «ma che – ha affermato lo stesso Mounir Bouchenaki – non appartiene solo allo Stato che lo accoglie ma a tutti i cittadini del mondo che hanno il dovere di preservarlo affinché le nuove generazioni possano goderne».

La presenza dell’importante personalità è stata spunto anche per premiare un sito internet dedicato ai castelli di Bellinzona. Si chiamano Petra Rota ed Elena Rotta le due quattordicenni di Bellinzona che hanno ricevuto gli elogi di Bouchenaki per aver realizzato, con la consulenza di alcuni docenti, un sito internet che parla proprio dei castelli di Bellinzona, lavoro che è valso loro il titolo di "Girls Award", il premio riservato alle creazioni femminili (i siti che hanno partecipato al concorso possono essere visitati all’indirizzo http://www.thinkquest.ch).

I cittadini della Confederazione sono insomma orgogliosi a tutte le età delle bellezze naturali presenti in Svizzera: non va inoltre dimenticata l’ipotesi di inserire nel patrimonio dell’umanità anche il ghiacciaio Aletsch, nel Vallese; questo si andrebbe a sommare ad un’altra bellezza in lizza per entrare nell’ambito elenco: Monte San Giorgio, nel Mendrisotto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.