Voudoun, i misteri dell’Africa raccontati da un etnografo

Mauro Burzio etnografo, viaggiatore e fotografo svelerà il volto nascosto del Continente Nero. Il primo di cinque incontri dedicati alla fotografia e organizzati dall'assoziazione "l'Isola che non c'è"

Un’occasione irripetibile per vedere un reportage unico nel suo genere. La serata con Mauro Burzio, etnogafo, viaggiatore  e fotografo, dedicata ai misteri dell’Africa, costituisce l’inizio del nuovo ciclo di incontri dedicati al "Fascino indiscreto della fotografia", ciclo organizzato dall’associazione L’isola che non c’è".  Quattro incontri dedicati all’immagine. Dopo la serata "africana", sarà la volta del cinema. Il 16 novembre nella sala Aldo Moro si   analizerà "Blow Up", il cult movie firmato da Michelangelo Antonioni.
"Fotografia e società: la fotografia come documento" , sarà l’argomento dell’appuntamento previsto per il 23 novembre alla Sala Nevera; mentre il 30 novembre si parlerà dei rapproti tra fotografia ed altre forme d’arte, quali la pittura e il cinema. Il 6 dicembre il tema "Fotografia e comunicazione: come "parla" la fotografia"  chiuderà il ciclo d’incontri. Questi ultimi appuntamenti sis volgeranno tutti presso la  Sala Nevera alle ore 21.

Tutte le serate saranno organizzate in due momenti: una prima parte introduttiva, ed una seconda parte con proiezione e commento di fotografie.
Per ulteriori informazioni scrivere a:
roberto.isola@libero.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.