Walter Gaiani presidente dei Ds

Il 25enne Massimiliano Gallone è stato confermato segretario cittadino del partito. Entro Natale sarà scelto il nome del candidato sindaco

Riceviamo e pubblichiamo

 

L’elezione di Piero Fassino a segretario e la riconferma di Massimo D’Alema presidente segnano la conclusione della lunga fase congressuale dei Democratici di Sinistra che ha coinvolto il partito a tutti i suoi livelli.

Anche l’Unità di Base di Tradate, in cui é risultata maggioritaria la mozione facente riferimento al nuovo segretario, ha partecipato attivamente al congresso di sezione, durante il quale si é proceduto anche al rinnovo delle cariche, con una novità di rilievo. Innanzitutto, é stato riconfermato segretario, il sottoscritto Massimiliano Gallone, 25 anni, studente di scienze politiche, eletto già due anni fa, che vuole sottolineare come il dibattito é stato appassionato e ha riportato gli iscritti al centro delle decisioni della vita del partito. E poi è stato eletto presidente di sezione Walter Gaiani, 69 anni, autentica bandiera della sinistra tradatese. Un incarico di prestigio, quest’ultimo, ma non solo, essendo intenzione dei DS sfruttare appieno le indiscusse competenza e passione dell’ex consigliere comunale, il quale ha ricoperto anche gli incarichi di vice-sindaco ed assessore.

Credo che la linea politica indicata dal nuovo segretario nazionale, quella di governare il cambiamento e la rapida evoluzione della società tenendo, come obiettivi fermi, i valori di sempre della sinistra, come la giustizia sociale e la solidarietà, possa tornare utile anche in chiave territoriale. Grazie anche al contributo della Sinistra Giovanile, presente ormai da 4 anni a Tradate e con all’attivo molte iniziative, tra cui il giornale-volantino "il Megafono" giunto al suo n. 10, i Democratici di Sinistra si apprestano dunque ad affrontare le prossime sfide, tra cui ovviamente le elezioni comunali.

Com’é noto, probabilmente prima di Natale, i DS si impegneranno a scegliere il candidato, insieme alle altre forze dell’Ulivo e a tutti i tradatesi interessati ad un progetto serio per Tradate. Uno dei metodi possibili potrà essere quello delle primarie, per due obiettivi fondamentali: allargare il più possibile la partecipazione dei cittadini nella vita politica del proprio Comune e condurre d’anticipo una incisiva campagna elettorale,  sulle grandi questioni lasciate aperte dalla gestione leghista degli ultimi anni: tra le altre, urbanistica, sanità e servizi sociali.

 

Massimiliano Gallone

 

segretario DS di Tradate

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2001
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.