Addio code per le visite ospedaliere

È partito in questi giorni il "Servizio Informativo Prima Disponibilità". In rete le agende elettroniche delle tre aziende ospedaliere. Con un clik è possibile verificare le disponibilità e prenotare la prima visita

Una sanità sempre più informatizzata. Dopo un primo periodo di sperimentazione, ha preso il via ufficialmente la prenotazione via e-mail delle prestazioni ambulatoriali. 
Si  tratta di oltre 40 differenti tipologie di visite erogate dai tre presidi ospedalieri della provincia oltre alla Fondazione Maugeri di Tradate. «Altre strutture si stanno attrezzando – spiega Ester Poncato, responsabile del progetto "Servizio Prima Disponibilità" dell’Asl – anche perchè riteniamo che questo sarà lo strumento del futuro.»
Il servizio riguarda solo la prima visita, sono escluse quindi le urgenze e le visite di controllo per le quali gli ospedali hanno approntato percorsi differenti.
Le modalità sono molto chiare e tendono a facilitare in tutto e per tutto l’utente che si muove in rete. Per accedervi si deve innanzitutto entrare nel sito dell’azienda sanitaria all’indirizzo:
www.asl.varese.it . In fondo all’home page si opziona il riferimento a Centro Prenotazione Provinciale . Ne esce la schermata del servizio che spiega le finalità del progetto: "Il Servizio Prima Disponibilità della Provincia di Varese è un servizio che permette al cittadino di conoscere, in tempo reale, la data di prima disponibilità per l’erogazione di un insieme di prestazioni ambulatoriali fornite dalle principali aziende sanitarie della Provincia." Cliccando su "Prestazioni ambulatoriali" esce la schermata con tutti gli esami che si possono prenotare on line. Scegliendo la visita che si richiede, si viene a conoscenza di tutte le disponibilità delle agende ospedaliere della provincia con le prime date libere: «Visto che si tratta di esami anche delicati – spiega la dottoressa Poncato – abbiamo pensato di allegare una cartina che spiega come raggiungere gli ospedali».
A questo punto, l’utente sceglie l’opzione "richiedi pre-appuntamento" e qui compare l’e-mail da compilare per prenotare la visita. In giornata si ottiene la conferma da parte dell’ospedale che può comunicarla telefonicamente, via fax o via posta elettronica a seconda della richiesta del paziente. 
«Ci attendiamo che il servizio decolli ma ci vorrà del tempo. Ecco perché in ottobre abbiamo previsto una presentazione in grande stile dove verrà spiegato a tutti il servizio». Referenti di punta saranno i farmacisti che diventeranno i referenti di quanti non utilizzano il computer: attualmente presso alcune farmacie è attivo un servizio di prenotazione ma solo via fax e solo con l’ospedale di Varese. L’informatica collegherà tutta la provincia con la speranza di far scomparire file e attese interminabili


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.