Atti vandalici al Parco Robinson

In seguito alle lamentele dei cittadini il sindaco chiede un potenziamento dei controlli nella zona da parte di Polizia Locale e Carabinieri

Molti cittadini si lamentano dello stato di abbandono cui è soggetto il Parco Robinson, situato proprio alle spalle dell’Oratorio San Luigi. A porre l’attenzione sul problema sono soprattutto i genitori dei ragazzi dell’oratorio, ma anche il sindaco Stefano Candiani che sottolinea di aver «potuto constatare di persona la presenza di gruppi di sbandati all’interno del Parco Robinson di via Carducci».

 

Il primo cittadino ha scritto immediatamente una lettera al comando di polizia municipale e ai carabinieri chiedendo di rafforzare i controlli nella zona interessata. «Già da più parti è giunta segnalazione che durante le ore notturne questi individui compiono atti criminosi – spiega il sindaco – come spaccio di sostanze stupefacenti, disturbi alla quiete pubblica e danneggiamento del patrimonio comunale. In particolare in merito a quest’ultima voce i danni sono visibili a chiunque: scritte murali, pluviali divelti, vetri infranti».

 

Il sindaco ha quindi disposto le prime soluzioni: «Un’azione coordinata della forze dell’ordine per reprimere le azioni criminose, chiusura dei cancelli nelle ore serali e notturne; installazione di un’adeguata illuminazione pubblica all’interno del parco e intorno agli edifici pubblici dell’area».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.