Cantieri aperti, l’assessore elogia i lavori in corso

Aldo Simeoni illustra gli interventi in fase di attuazione in città

L’assessore ai lavori pubblici torna a parlare dei cantieri estivi che stanno circondando la città. L’amministrazione comunale ha deciso di dedicare tutta l’estate ad appalti, manutenzioni e rifacimenti. Lavori che si attendevano da tempo e con i quali la giunta Mucci conta di arrivare all’autunno avendo già avviato una poderosa mole di cantieri, dopo aver messo tutto a bilancio e incasellato ogni intervento nel piano triennale delle opere pubbliche. Investimenti politicamente mirati a incamerare fiducia e a recuperare quell’aura di efficientismo con cui Mucci aveva fatto il pieno, nel 2001, in cabina elettorale. 

Simeoni ricorda così ai gallaratesi lo stato dell’arte, cominciando dal belvedere di Crenna, un’opera, come le altre, a cui questo giornale ha già dedicato molte righe nel corso del mese di luglio. Entro il 10 ottobre sarà consegnata piazza della Repubblica, a conclusione dei lavori sul Belvedere, realizzati da un privato, che garantiranno lo stesso numero di posti auto per la sosta. Proseguono a ritmo serrato le bitumature previste nelle opere delegate. Molte le vie coinvolte, così come un occhio di riguardo, dopo le polemiche di un anno fa, verrà dato agli alberi di viale dei tigli. Grande opere di maquillage anche nelle scuole: per l’inizio del nuovo anno scolastico saranno ultimati i lavori di restauro conservativo effettuati nella scuola materna di via Gulli, per una spesa di 165.266 euro. E ancora: l’adeguamento degli impianti elettrici alla normativa vigente nelle materne Ponti, di Cascinetta e di Cajello, all’elementare di Cascinetta e alla media Cardano. Infine la predisposizione della gara d’appalto per la sistemazione o la sostituzione di taluni serramenti, ma soprattutto il grosso intervento strutturale, per una spesa di 157.800 euro circa, che sta interessando gli asili nido Villoresi, di Cajello e di Sciarè.  E’ quasi terminata la recinzione dei giardinetti di viale Milano, mentre a gennaio partirà la ristrutturazione del Teatro del Popolo.

«Si sta provvedendo a una razionalizzazione degli spazi – continua l’assessore – in modo da poter garantire una quarantina di posti disponibili in più, in attesa della realizzazione di una nuova struttura prevista con la ristrutturazione di Villa Delfina. Accanto a queste si pongono poi i grossi cantieri: quattro realizzati o appaltati in pochi mesi. Mi riferisco alla pavimentazione di Palazzo Broletto, ma anche alle nuove rotatorie di piazza San Lorenzo e di viale De Gasperi, al nuovo ponte di piazza Piemonte, all’arredo urbano, i cui lavori, per quanto riguarda la prima fase, cioè la pavimentazione in via Verdi, corso Italia e via della Pace, inizieranno il 28 agosto e proseguiranno per circa tre mesi». 

La seconda fase riguarderà invece la pavimentazione di piazza Libertà e di via don Minzoni.

Simeoni conclude con una precisazione sui cimiteri di Crenna (nella foto) e Cedrate: «La progettazione per l’ampliamento è terminata, a settembre sarà espletata la gara d’appalto e i lavori avranno inizio in autunno, il resto sono polemiche pretestuose».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.