I conti non tornano, a casa la Giunta

La minoranza chiede le dimissioni del sindaco: "con le irregolarità il bilancio non si puo' approvare". Adreani: «conti in regola, ritardi dovuti a problemi tecnici»

Una richiesta forte quella fatta dai consiglieri comunali di minoranza: Andrea Sartorio, Vincenzo Marini, Franco Andina e Aldo Letruria. I conti non tornano e questa Giunta se ne deve andare. Questo il succo del discorso dei consiglieri. «In una serie di colloqui  intercorsi tra il sindaco e nostri rappresentanti a partire dal 10 luglio scorso  – scrivono in una lettera i consiglieri di minoranza –  si ipotizza, come molto probabile, l’essersi verificata una serie di irregolarità nella gestione finanziaria di questo comune. È per questo motivo che non siamo nelle condizioni oggettive per poter esprimere un parere ed un voto sul conto consuntivo 2001 e pertanto non parteciperemo alla votazione».
(sopra: il sindaco di Cunardo Giancarlo Adreani)

L’irregolarità, secondo il gruppo di minoranza, necessita di altre e più complete indagini e le dimissioni della maggioranza consiliare sarebbero necessarie per poter permettere un’indagine serena e distaccata degli organi competenti.
«Ci chiediamo come la maggioranza possa approvare il bilancio consuntivo 2001 che, stando a quanto anticipato dal sindaco, non può essere veritiero finché non siano avvenuti gli opportuni accertamenti, assumendosi pertanto una pesante responsabilità non solo morale ma probabilmente di rilevanza civile e penale». A fronte di questa situazione, sempre dalla minoranza fanno sapere che Il segretario comunale, Paolo Campioli, avrebbe già fatto un esposto alla procura della repubblica di Varese.

Il sindaco, Giancarlo Adriani, nel frattempo ha già incaricato un consulente esterno per effettuare le verifiche necessarie. «I ritardi dovuti all’approvazione del consuntivo – spiega il primo cittadino – sono dovuti alla lunga assenza del ragioniere comunale, che manca da marzo. I conti sono esatti, se avessimo riscontrato delle irregolarità non l’avremmo certo approvato. Per il resto non intendo rilasciare dichiarazioni: ognuno sarà responsabile delle proprie affermazioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.