Non finisce la battaglia contro il cementificio

Contro l'utilizzo dei combustibili alternativi assemblea pubblica del Coordinamento dei laghi di Varese

L’unione fa la forza e le associazioni e i comitati contro la cementeria di Ternate si presentano come Coordinamento dei laghi di Varese e lanciano l’assemblea pubblica che si svolgerà a settembre e che riporterà in primo piano la questione dei combustibili alternativi che la cementeria di Merone comincerà a bruciare nel nuovo impianto dello stabilimento.
Come si ricorderà nelle settimane scorse il consiglio di stato ha emesso una sentenza
favorevole all’utilizzo dei combustibili alternativi. Utilizzo avversato sin dai tempi in cui l’ok a bruciare era stato concesso da una delibera regionale. Nell’ultimo anno questa decisione aveva ingaggiato una battaglia delle associazioni, dei sindaci dei comuni limitrofi e del Consorzio per la tutela del lago di Monate e che aveva avuto fra i suoi epiloghi un ricorso vinto al Tar (tribunale amministrativo regionale) che aveva annullato la delibera regionale. 
Ma si è trattato di una vittoria a tempo. Delle settimane scorse è infatti la notizia che il ricorso del comune di Ternate e del cementificio comasco al Consiglio di Stato è stato accolto. Dunque la sentenza del Tar è stata annullata e la cementeria potrà cominciare a bruciare combustibile alternativo.
«Improvvida quanto scandalosa autorizzazione quella di  incenerire rifiuti speciali e pericolosi – sentenzia il Coordinamento – tale autorizzazione, data senza attuare alcuna forma di coinvolgimento e di consultazione della popolazione per tutelare gli interessi collettivi calpesta i più elementari diritti dei cittadini».
«Il cementificio di Ternate si sta trasformando in un inceneritore e la nostra salute è in pericolo» questo è l’allarme che lancia ancora una volta il Coordinamento che invita all’assemblea organizzata il prossimo 12 settembre nella sala Polivalente (ex Enal) di Varano Borghi alle ore 21.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.