Parchi chiusi contro gli schiamazzi

Dopo le proteste di numerosi cittadini, il comune vieta le aree verdi nelle zone vicine alle abitazioni

La protesta era montata con sempre maggior veemenza. Gruppi di ragazzi avevano preso l’abitudine di riunirsi nei parchi e nelle aree a verde pubblico di Lonate Pozzolo. Il disagio maggiore era avvertito soprattutto attorno al parco San Raphael. 
L’amministrazione comunale ha, quindi, deciso di chiudere le aree verdi del paese dalle 24 di sera alle 6 del mattino in primavera e in estate (dal primo aprile al 31 ottobre) e dalle 22 di sera alle 8 del mattino nel restante periodo. 
Il provvedimento permetterà di allontanare coloro che disturbano e assicurare la quiete notturna ai cittadini che risiedono in prossimità delle aree a verde pubblico. «Il nuovo regolamento ­ commenta Giovanni Canziani, il sindaco di Lonate Pozzolo ­ facilita la modalità di controllo e di fruizione delle aree verdi. I lonatesi ci hanno chiesto una maggiore sorveglianza e noi, d’accordo con le loro richieste, siamo subito intervenuti. Il parco San Raphael, in particolare, è un’area molto vissuta del paese. Di giorno è frequentato da mamme, nonni e bambini. La sera arrivano i giovani e gli adolescenti, anche da fuori Lonate, che si danno appuntamento qui per chiacchierare». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.