Pochi esponenti della minoranza, nomine da rivedere

In enti e associazioni della città la minoranza non sarebbe rappresentata e il capogruppo della Margherita scrive al sindaco

La minoranza non è rappresentata negli Enti e nelle Associazioni. E non solo nell’Asda (associazione di sostegno ai disabili adulti) come il capogruppo della Margherita Alessandro Berteotti (nella foto) aveva già fatto notare due giorni fa in una lettera indirizzata al sindaco del comune di Busto Arsizio. Le recenti nomine di rappresentanti politici nei consigli di amministrazione di enti e associazioni della città non convince l’esponente della Margherita, che scrive una nuova lettera al sindaco Luigi Rosa. La minoranza consiliare non sarebbe rappresentata e l’invito di Berteotti è quello di rivedere le nomine, al di là di statuti e regolamenti.  «Trovo abbastanza singolare che vi siano delle indicazioni verso due persone della maggioranza e di nessuna della minoranza, ad esempio, per la Cooperativa Davide o per la Consulta delle Scuole Materne – si legge nella lettera – queste indicazioni non si sposano con quanto affermato da lei e da altri per la maggioranza, sia in consiglio comunale che in ufficio di presidenza, circa la volontà di dare spazi alla minoranza affinché essa possa svolgere fino in fondo il proprio ruolo che è sì di controllo, ma anche di collaborazione all’amministrazione della città».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.