Polizia del Verbano: in arrivo l’unità mobile

Il mezzo acquistato grazie al recente finanziamento regionale. Sarà impiegato anche per operazioni di protezione civile

Un’unità mobile capace di portare sulla strada un intero ufficio con fax, computer e collegamenti satellitari per il controllo del territorio. È questa la novità che si appresta ad entrare nell’organico dei mezzi in dotazione all’ufficio comune della polizia municipale del Verbano. L’ufficio, che offre le funzioni tipiche della polizia municipale oltre al controllo del territorio e quindi di prevenzione alla microcriminalità, è attivo da poco più di un anno e comprende 9 comuni del medio Verbano. 
I tredici agenti che costituiscono l’organico sono da tempo impiegati anche in servizi serali e in operazioni congiunte con le forze dell’ordine.
Da poco sono stati acquistati anche altri mezzi che hanno reso più capillare il monitoraggio del territorio, come le due moto Ducati "monster" 600 che permettono di saltare il traffico nelle ore di punta. E ora la novità dell’unità mobile. 
La decisione di dotare i vigili di questo mezzo è maturata a fronte dei finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Lombardia in materia di sicurezza. È difatti di questi giorni la notizia che all’ufficio di polizia del Verbano sono stati concessi finanziamenti per 30.420 euro proprio per l’acquisto del mezzo.
«Certo non abbiamo ricevuto una copertura finanziaria totale – spiega Ettore Bezzolato, comandante dell’ufficio – , dato l’importo erogato. Per il mezzo in questione occorrono 45-50.000 euro e la rimanente somma verrà coperta con fondi propri dell’ufficio comune».
Il mezzo sarà comunque su strada non prima del febbraio 2003, non solo con funzioni strettamente collegate con la polizia municipale.
«Le caratteristiche del territorio che siamo chiamati a sorvegliare – conclude Bezzolato – obbligano a fare delle scelte che consentano di operare in situazioni particolari, come le alluvioni o le esondazioni a cui purtroppo ci stiamo abituando, o in particolari territori difficilmente raggiungibili e lontani dal comando. Da qui l’idea di dotarci di questo mezzo di pronto impiego non solo per le funzioni proprie di polizia municipale ma anche in appoggio a operazioni di protezione civile».


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.