Scantinato pieno di materiale rubato, denunciate quattro persone

La questura di Varese ha seguito la pista di un furto in una ditta di Fagnano Olona, arrivando a scoprire un vero deposito di materiale rubato

Avevano la casa piena di caldaie, camini, macchinette del caffè, macchine industriali. Tutto materiale risultato essere rubato in aziende della zona. Lo hanno scoperto ieri pomeriggio, venerdì 2 agosto, gli uomini della questura di Varese durante una perquisizione a sorpresa a casa di un 40enne di Lurago Marinone, dove è stato praticamente scoperto un vero e proprio deposito di "refurtiva aziendale".
Le indagini della questura sono iniziate in seguito a un furto compiuto lo scorso maggio ai danni di un deposito di camini e cladaie di una ditta di Fagnano Olona. In quell’occasione fu rubato materiale per oltre 100 milioni di vecchie lire, portato via dai ladri su un camion della ditta. Le indagini hanno portato all’uomo di Lurago e, a sorpresa, gli uomini della questura hanno effettuato ieri la perquisizione. 
Nello scantinato della grande casa, oltre ai camini e alle caldaie, sono state trovate anche più di 80 macchinette industriali del caffè, rubate a una ditta di Mozzate lo scorso mese di giugno. Il tutto era conservato nello scantinato e su un camion in garage (che non è però risultato essere quello rubato alla ditta di Fagnano).
Sono quindi stati denunciate per ricettazione 4 persone: il 40enne, la moglie, e altre due persone di circa 35 anni, una di Varese e l’altra dell’Emilia Romagna che, al momento della perquisizione di ieri, si erano nascoste una in bagno e l’altra dietro un armadio.
Attualmente stanno proseguendo le indagini della questura, mentre la merce è stata già restituita ai legittimi proprietari.

.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.