Urne scomparse, i parenti puntano il dito contro i ladri di Malpensa

Non si placa la polemica per lo scandalo dei furti in aeroporto

«Vogliamo giustizia». Nicola Peri, figlio dei coniugi periti nell’incidente aereo in Venezuela è tornato oggi a puntare il dito contro la Sea per la vicenda delle urne scomparse. Dopo l’intervento pubblicato su alcuni quotidiani nazionali, l’uomo ha ribadito le sue accuse al Gr Radio Rai, addebitando alla società gestisce gli scali milanesi una trascuratezza nei controlli. Secondo Peri le urne sarebbero state trafugate da dipendenti dell’aeroporto in cerca di oggetti di valore e poi abbandonate dopo qualche giorno ai bordi di una pista. Peri ha anche detto che si riserva di valutare un’eventuale azione giudiziaria contro la Sea.
La vicenda delle urne scomparse nel gennaio 2001 è probabilmente sintomatica della presenza di saccheggiatori all’interno dell’aerostazione. Le casse furono sottratte e poi fatte ritrovare, dopo qualche giorno, sulle piste dell’aerostazione. 
Durante la conferenza stampa dell’operazione "open bug" i funzionari di polizia presenti avevano escluso che l’inchiesta potesse ricondursi in qualche modo alla vicenda delle urne. La triste storia delle spoglie scomparse non è però mai stata chiarita.
Tornando all’inchiesta sui furti, il clamore suscitato dalla vicenda ha obbligato il procuratore capo di Busto Arsizio Antonio Pizzi ad una precisazione sulla durata dell’inchiesta. «Abbiamo aspettato così’ tanto perché dovevamo individuare i capi» ha detto, rispondendo alle osservazioni di alcuni indagati sulla lunghezza delle indagini.
Continuano nel frattempo le denunce per furti o presunti tali, mentre la Sea ha manifestato l’intenzione di chiedere l’installazione di telecamere nel reparto smistamento. Lo stesso questore Vinci del Ministero dell’Interno, responsabile della sicurezza degli aeroporti lombardi, sarebbe stato vittima secondo quanto riferito da alcuni quotidiani nazionali, del furto del telefonino durante un’ispezione. Lo aveva dimenticato su un bancone del check-in.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 agosto 2002
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.