A giorni la bonifica delle grandi aree dismesse

L’intervento da parte di un privato di un milione di euro era previsto nelle linee guida per il recupero della zona; Mazzola (FI) risponde alle critiche del centrosinistra

Inizierà a giorni la prima bonifica delle grandi aree dimesse del centro città. Un milione di euro da parte di uno dei proprietari privati permetterà di cominciare a estirpare le prime erbacce e dare il via, così, alla prima parte di lavoro che nei prossimi anni potrebbe vedere riqualificati oltre 200 mila metri quadri, di cui circa la metà dedicati a un grande parco pubblico cittadino.
«Ciò è stato reso possibile grazie all’approvazione delle linee guida di intervento effettuata lo scorso 25 novembre» spiega Carlo Mazzola, coordinatore cittadino di Forza Italia. In questi mesi, nonostante l’approvazione delle linee guida da parte del consiglio comunale, le polemiche sul futuro delle grandi aree dismesse sono state continue e costanti da parte dell’opposizione che ha chiesto a più riprese un maggiore coinvolgimento dei cittadini.
«Per noi va bene che ci si trovi tutti nel salone della scuola Aldo Moro a discutere del futuro di questa zona – spiega Mazzola – Ma bisogna fissare dei criteri ben precisi e far sì che la serata non si trasformi in puri voli di fantasia. Negli anni passati il centrosinistra non ha fatto nulla per bonificare le aree. Nelle linee guida erano già stati definiti anche questi primi tempi di intervento da parte dei privati».
Mazzola ha inoltre ricordato che l’intervento nelle aree dismesse «non vuol dire cementificazione della città. Ricordiamo al centrosinistra che saranno eliminati 90 mila metri cubi di cemento rispetto alle strutture ora esistenti. Inoltre cosa vuol dire più stratificazione sociale? Il progetto già prevede che il 70 per cento dell’edificato sia dedicato al lavoro e al terziario, il 30 per cento adibito a residenziale di cui oltre 5 mila metri quadri saranno realizzati in edilizia economica convenzionata. Più stratificazione di così!».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.