Addio ex Saporiti, demoliti i capannoni

Oltre 39 mila metri quadri di capannoni industriali abbandonati lasceranno spazio a tre edifici residenziali e a un grande parco pubblico

Demoliti gli storici capannoni abbandonati della ditta Saporiti, una delle più vecchie aziende di Tradate. I lavori delle ruspe sono iniziati ieri, lunedì 13 gennaio, e sono attualmente in atto: 39 mila metri quadri dove saranno realizzati tre grossi edifici residenziali (che daranno vita a oltre 170 nuovi appartamenti) e un grande parco pubblico.
L’opera di demolizione, che segue la bonifica della zona effettuata la scorsa estate, precede i lavori per la riqualificazione dell’area che inizieranno a breve.

L’intervento, ad opera di privati, avrà un costo complessivo di circa 50 miliardi e sarà articolato in diversi anni. Il terreno della ex Saporiti costeggia quasi tutto viale Marconi, la grande strada alberata che collega il centro di Tradate a quello di Abbiate Guazzone.

Prossimamente un’altra fabbrica storica di Tradate abbandonerà i capannoni di Viale Marconi: si tratta della Moplast che traslocherà nella zona industriale. «Una volta queste aziende erano situate nella periferia della città – spiega il sindaco Stefano Candiani – Tali opere di riqualificazione sono un importante passo in avanti per la riqualificazione dell’intera città. Dopo questo intervento, Viale Marconi sarà ancora più bello e, in questa maniera, sarà ulteriormente saldato il distacco tra Tradate e Abbiate Guazzone».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.