Al punto di ottimizzazione ci si arriva per gradi

L’Assessore comunale alle Fiere e Mercati, Salvatore Giordano risponde alle critiche del Presidente dell'Ascom Martino Ghezzi in merito al mercatino di Natale

Riceviamo e pubblichiamo

Ci sorprende la protesta che viene da chi appena assunto la presidenza dell’Ascom ha provveduto, come primo atto, ad interrompere una tradizione consolidata, come quella di allestire l’albero di natale che troneggia in Piazza Monte Grappa.
Come già più volte sottolineato la volontà dell’Amministrazione era di realizzare un mercatino sulla falsariga di quelli tipici del Trentino, ma disguidi dell’ultima ora non hanno reso possibile l’effetto estetico sperato, che comunque non ha nulla da invidiare ai più famosi mercatini di Genova e Roma, che lo stesso Sindaco aveva provveduto a visitare.
Non pensavo che un’iniziativa a carattere sperimentale potesse suscitare così tanto clamore anche ad un mese di distanza con critiche tanto pretestuose e reiterate.
Sorprende l’accanimento, se anche per alcuni aspetti estetici condivisibili con il quali si vuol rendere l’iniziativa spregevole.
Il risultato invece è degno di nota perché ha consentito non solo di monitorare la risposta dei cittadini interessati, che è risultato al di sopra delle aspettative e dunque certamente gradito, ma anche di sondare e capire fino a che punto ci si possa spingere con opportune modifiche e miglioramenti per la realizzazione del mercatino in futuro.
Questo è il punto, sapevamo delle criticità emerse, condivisibili o meno, senza questo esperimento?
Si tranquillizzi Signor Presidente al punto di ottimizzazione ci si arriva per gradi e con la partecipazione propositiva e fattiva di tutte le associazioni, che come la sua deve rappresentare ‘tutti’ gli esercenti, anche quelli ambulanti ed in tutto il territorio di Varese compreso Piazzale Kennedy.
Infine, ribadisco che l’Amministrazione comunale di Varese è ben predisposta a qualunque tavolo concertativo, volto ad una collaborazione priva di inerte critica, purché lo facciano aprioristicamente, altrimenti diventa troppo facile emettere sentenze di giudizio in spregio a chi ha partecipato e lavorato per ottenere l’inizio di una accrescitiva opportunità per tutti.

Salvatore Giordano
Assessore alle Fiere e Mercati

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.