Allarme furti: raddoppiata la presenza notturna di carabinieri sul territorio

Alto Varesotto – Una vera e propria impennata di furti dall’inizio dell’anno. Ronde, telecamere e maggiore attenzione le ricette dei sindaci. Ma a rassicurare i cittadini l’operato delle forze dell’ordine

“Si, un incremento di furti c’è stato nell’ultimo mese, ma proprio per questo non abbassiamo la guardia. Abbiamo infatti potenziato il servizio di sorveglianza sul territorio”. Con queste parole il tenente Marco Pettinato, responsabile della compagnia di carabinieri di Luino commenta l’ondata di furti che si sta abbattendo sul nord della provincia, saltando di paese in paese nelle ore notturne, colpendo poche case anche nella stessa via per poi riaffiorare a qualche decina di chilometri di distanza. Uno scenario a macchia di leopardo: qualche settimana fa una decina di abitazioni sono state visitate dai topi d’appartamento a Cugliate Fabiasco. Solo qualche giorno fa ben quattro abitazioni nel mirino dei ladri a Lavena Ponte Tresa, visitata anche nella notte fra il 14 e 15 gennaio scorsi. Poi ancora Cuveglio, Orino, Castello Cabiaglio.
Il copione è sempre il medesimo: i ladri agiscono a piccoli gruppi, con uno che fa da “palo” e altri che entrano nella abitazioni forzando le serrature con cacciaviti e piccoli oggetti da scasso. Non sono armati e cercano beni facilmente smerciabili sul mercato. Ma rappresentano certo una componente da non sottovalutare nel panorama della microcriminalità presente sul territorio. La violazione della privacy, costituita da queste intrusioni, rappresenta certo una violenza “psicologica” particolarmente sgradevole da subire.
C’è allora chi si presta alle levatacce notturne, come il sindaco di Cugliate Fabiasco, in Valmarchirolo, che assieme ed un gruppo di cittadini gira di notte a bordo di auto private per verificare se in paese va tutto bene. E c’è ancora chi, come il primo cittadino di Castello Cabilagio ha disposto la posa di telecamere per controllare l’accesso al piccolo centro. La ricetta per combattere i furti nella abitazioni è comunque sempre quella di fare riferimento alle forze dell’ordine per segnalare, soprattutto nelle piccole comunità, le facce nuove o i movimenti strani, come si legge nel volantino con cui il sindaco di Orino ha tappezzato il paese.
“Certamente per sconfiggere questo fenomeno occorre la collaborazione di tutti – confermano i carabinieri. Da parte nostra stiamo facendo il possibile, assieme anche alle altre forze di polizia presenti sul territorio, per monitorare la situazione così da prevenirla. Attualmente il servizio di pattuglia notturno è raddoppiato: possiamo addirittura affermare che ci sono più uomini sulle strade di notte rispetto a quanti non ne schieriamo di giorno”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.