Altri 150 mila euro per la sistemazione del torrente Lura

– In accordo con la Regione proseguono i lavori per il rafforzamento degli argini e la pulizia dell’alveo. L’assessore Gianetti: «vogliamo evitare i disagi delle passate esondazioni»

L’operazione di pulizia del torrente Lura deve assolutamente proseguire. Ad affermarlo è l’assessore alle opere pubbliche Fausto Gianetti, il quale, insieme ai tecnici comunali, ha recentemente incontrato i responsabili del genio civile della Regione Lombardia per pianificare le opere future e gli interventi sul corso d’acqua che, anche sottoterra, attraversa la città. Il torrente, infatti, è particolarmente soggetto ad esondazioni e il costante aumento delle piogge negli ultimi anni ha reso necessario la recente pulizia dell’alveo e il rinforzamento di alcuni argini. Interventi che, con una spesa di circa 200 mila euro, hanno sistemato i punti critici evitando l’esondazione del torrente nelle ultime piogge di novembre.
Ma il Lura ha bisogno di altri interventi. «Erano circa 15 anni che non venivano eseguiti massicci interventi sul torrente Lura – spiega l’assessore Gianetti – La prima serie di lavori è terminata e con i tecnici della Regione abbiamo constatato la necessità di continuare nell’opera di pulizia e controllo del torrente». E così sono già stati stanziati altri 150 mila euro per la manutenzione del Lura in corrispondenza degli argini di via Marx e per la pulizia della parte di torrente coperta, ovvero quella che corre sotto il manto stradale nei pressi dell’ospedale.
«Saronno – conclude l’assessore – è una delle poche città in cui il Lura si insinua nel centro abitato: un corso d’acqua che, essendo a carattere “torrentizio”, è facilmente soggetto in condizioni atmosferiche particolarmente sfavorevoli ad esondazioni che possono creare grossi problemi agli abitanti che vivono nelle zone limitrofe. L’obiettivo di questi interventi è quello di mantenere sotto controllo il torrente, pulendo gli argini, e l’alveo, in modo che anche negli anni futuri si possano evitare disagi, eseguendo lo stretto necessario, ovvero la manutenzione ordinaria, visto che il grosso degli interventi viene effettuato proprio in questi mesi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.