«Attacchi inaccettabili. Vi siamo vicino»

Varese - L'Anm di Varese esprime solidarietà. Alle 17 Girotondi e partiti del centrosinistra scendo in piazza davanti al tribunale

Le accuse contro Agostino Abate, oltre che un clamoroso caso nazionale, scuotono gli ambienti politici e giudiziari di Varese. Girotondi e Ulivo si sono dati appuntamento alle 17, davanti al palazzo di giustizia per una manifestazione in solidarietà del magistrato varesino, impegnato in molte inchieste scottanti di questi ultimi anni. «E’ in atto un vero e proprio abuso di potere da parte del Ministro Castelli», dichiara Massimo Tafi a nome di Varesegirotondi. «Castelli utilizza il ruolo istituzionale che sciaguratamente ricopre per vendicarsi dei pm varesini che hanno indagato il suo “capo”, Bossi, e il suo partito, la Lega».
In giornata anche l’Associazione nazionale magistrati ha diffuso un comunicato stampa in cui difende l’operato del collega Abate.
Il testo è il seguente: «Preso atto degli articoli di stampa apparsi sul quotidiano La Padania diretto da Umberto Bossi, articoli che hanno ricevuto ampia diffusione televisiva, riteniamo di dover ribadire: 1) L’inaccettabilità del metodo utilizzato, ossia diffusione mediatica del contenuto di atti ispettivi disposti dal Ministro di Grazia e Giustizia onorevole Castelli, atti coperti di segreto. 2) Incondizionata solidarietà ai colleghi destinatari degli articoli di stampa. Gli operatori del diritto di Varese non ignorano il profondo impegno professionale profuso in particolare dal dottor Agostino Abate che ha curato ed è titolare delle inchieste e dei processi più complessi, sicché additarlo quale esempio di “vero male della magistratura” appare assolutamente e oggettivamente non corrispondete in alcuna misura al vero». Il testo del messaggio, si legge nel comunicato, è stato approvato all’unanimità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.