Cantiere in vista per la scuola “Pieve di Cadore”

L’intervento si inserisce nell’agenda dei lavori pubblici sull’edilizia scolastica

Ora tocca alla scuola media “Pieve di Cadore”. Si susseguono gli interventi dell’amministrazione comunale sugli edifici scolastici. È stato infatti approvato un nuovo intervento per la realizzazione di una sala dedicata alle attività collettive che servirà all’istituto scolastico per svolgervi le ore di educazione motoria, che la mancanza di spazi agibili aveva fino ad ora reso difficoltoso. La sala sarà realizzata in un locale seminterrato, saranno eliminate le barriere architettoniche e sarà fruibile a tutti. L’intervento costerà circa 360mila euro e va ad aggiungersi alle spese già preventivate dall’assessorato ai lavori pubblici sull’edilizia scolastica.
È un’agenda ricca di voci quella che riguarda l’edilizia scolastica. Come aveva spiegato nelle settimane scorse l’assessore competente Claudio Fantinati sono tanti i progetti. E molti puntano all’adeguamento alle norme vigenti in materia di sicurezza. In particolare sono dieci quelli inseriti nel piano delle opere del 2003.
Se l’eliminazione delle barriere architettoniche e la costruzione di servizi per i disabili rappresentano un obiettivo raggiunto in quasi tutti gli istituti resta ancora molto da fare. Entro il 2005 tutti gli istituti dell’obbligo, che sono di competenza dell’amministrazione comunale, dovranno avere le carte in regola con i piani di prevenzione degli incendi e di evacuazione. In questo contesto si inseriscono i progetti approvati nelle settimane scorse che hanno visto stanziate risorse che superano i due milioni di euro e che sono stati destinati al poliplesso di via Rossini (in cui è anche prevista la copertura del minipalazzetto), alla palestra delle scuole Morelli, all’asilo Nido Speranza e alle scuole elementari Pontida.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.