Corso Italia, un Natale amaro

Chiusa da più due mesi l'arteria strategica del centro storico. Commercianti in rivolta, ma potrebbero arrivare sconti sulle tasse comunali

Per i commercianti di Corso Italia è stato un natale pessimo. La chiusura dell’arteria a lato della basilica ha certamente penalizzato gli affari e creato molti malumori tra gli esercenti, che per oltre un mese hanno inevitabilmente visto abbassarsi gli incassi. Disagi anche per il traffico cittadino, che ha risentito dei vari cantieri aperti
Il disegno dell’amministrazione comunale è stato però abbastanza chiaro: finire i lavori in questa parte di città, dato che nel 2003 tocca al cantiere della circonvallazione sud, che interesserà il ponte della Mornera, la zona di via Buonarroti e di riflesso Arnate.
Le voci critiche hanno messo l’accento soprattutto sul periodo scelto per i lavori, dall’autunno fino al natale, sottolineando come solo in estate si potessero aprire cantieri che non avrebbero danneggiato le attività economiche. «Ci sono stati 28 giorni di pioggia ininterrotta» si difende l’assessore ai lavori pubblici Aldo Simeoni, che di cantieri ne ha aperti moltissimi, negli ultimi quattro mesi, e ne ha anche già chiusi alcuni.
Fatto sta che ora si attende solo la fine della pavimentazione di Corso Italia, realizzata come si addice a una strada pedonale ma senza che sia stata decisa o meno la chiusura alle auto. Su questa misura la giunta ha deciso di temporeggiare, trovando l’appoggio di Ascom , associazione di categoria che ha impostato una linea estremamente morbida nei confronti dell’amministrazione. Ascom aveva chiesto esplicitamente al primo cittadino di "premiare" la pazienza dei commercianti di Corso Italia con uno sconto sulle tasse comunali. Mucci ha fatto intendere che lo sconto ci sarà. Le trattative sono in fase avanzata, fa sapere Ascom, e nei prossimi giorni dovrebbe esserci l’accordo.
Magari in contemporanea con la riapertura della strada (come mossa d’immagine sarebbe perfetta). Questa è stimata intorno al 14 di gennaio, tempo permettendo, naturalmente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.