«È stato un albanese con la pistola» Ma erano le ferite di una rissa

Un 18enne si è presentato al pronto soccorso con gravi ferite; la prima versione della storia è durata poche ore, ma ha fatto partire una ricerca a tappeto da parte dei carabinieri

Colpito alla testa con una pistola da «un albanese» che voleva rubargli il cellulare. È ciò che ha raccontato un ragazzo 18enne di Caronno Pertusella ai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Garbagnate Milanese. Il giovane ha riportato diverse contusioni al volto e una brutta ferita proprio sotto il cuoio capelluto: Prognosi di trenta giorni salvo complicazioni. Peccato che il racconto del ragazzo fosse tutto falso e che si fosse inventato tutto per “coprire” una rissa in discoteca. A scoprire la menzogna del giovane sono stati i carabinieri della compagnia di Saronno, i quali, informati dall’ospedale del ferimento di un ragazzo da parte di un “delinquente albanese”, hanno fatto partire una ricerca a tappeto su tutto il basso varesotto e l’alto milanese. Il ragazzo aveva infatti raccontato che domenica mattina, giunto in stazione a Caronno intorno alle 6, uno straniero, probabilmente di origine albanese, si era avvicinato intimandogli con una pistola di consegnare il telefonino. Il ragazzo ha poi raccontato di essersi opposto all’intimidazione e, così, di essere stato violentemente colpito alla testa con il calcio dell’arma. Le ricerche dei carabinieri si sono così svolte in tutte le stazioni delle Nord, ma senza alcun risultato. Interrogando nuovamente il ragazzo sono emerse le prime imprecisioni: il 18enne infatti era già stato visto da diverse persone, prima delle 6, aggirarsi per il paese con una grossa ferita alla testa. E così il giovane ha confessato: dopo la notte in una discoteca nei pressi di Brescia è scoppiata una rissa nella quale è rimasto coinvolto e durante la quale è rimasto ferito, probabilmente con una spranga. Le indagini dei carabinieri di Caronno Pertusella non sono comunque ancora concluse e stanno proseguendo per capire i contorni di questa presunta rissa, della quale non si conoscono ancora i motivi, né i protagonisti. Il ragazzo è stato denunciato a piede libero per simulazione di reato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.