«Gli svizzeri ci fanno pagare il pedaggio per la ricostruzione della strada»

Luinese – A sollevare la questione il sindaco di Cremenaga. Intanto sono tremila le firme inviate al Prefetto e ai sindaci della zona per l’apertura del valico di Fornasette 24 ore sul 24

Difficoltà negli spostamenti per via degli orari che stanno stretti ai frontalieri e, neppure a farlo apposta, altre “tasse” sulla ricostruzione della strada. Sembrava tutto risolto nella valle del Tresa, dopo l’annuncio dell’inizio dei lavori per la ricostruzione della sp 61 dato dalla Provincia. E invece no, altre polemiche, dopo quelle relative all’Iva sui sassi che gli svizzeri ci hanno regalato per rifare la strada. Le lamentele provengono, nemmeno a farlo apposta, proprio dal sindaco di Cremenaga Mario della Peruta “in prima linea” da più di un mese. «Nei giorni successivi all’alluvione – afferma il sindaco – le autorità doganali svizzere, proprio per agevolare l’accesso di mezzi pesanti in paese per il trasporto di materiali da costruzione che servono a rifare gli argini e la strada, sospesero la tassa di 12 franchi che i camion devono pagare per passare il confine. Da un paio di giorni, almeno secondo la Circoscrizione Doganale di Lugano, l’emergenza è rientrata: quindi sono stati reintrodotti i 12 franchi da pagare. Benché i lavori per la ricostruzione della strada procedano alacremente, per noi lo stato d’emergenza persiste: siamo ancora tagliati fuori col resto del Paese e le difficoltà sono ancora tante. La tassa doganale è legittima, certo, ma sarebbe stato meglio se l’avessero reintrodotta a lavori ultimati».

A testimonianza di questo le 3.000 firme raccolte dai cittadini del comprensorio e inviate prima delle feste al Prefetto di Varese e ai sindaci di Luino e Cremenaga affinché venga fatto il possibile per aprire il valico di Fornasette – unico che può assicurare il transito verso Luino da Cremenaga e Ponte Tresa – 24 ore su 24. Attualmente, infatti, l’orario d’apertura va dalle 5 alle 23, troppo poco, secondo i firmatari della richiesta, promossa da privati con l’appoggio di alcuni consiglieri comunali di Luino.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.